rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Miglianico

Dati falsi e omissioni per ottenere il reddito di cittadinanza: tre donne denunciate a Miglianico

In più di un anno hanno sottratto alle casse dell'Erario risorse per oltre 20 mila euro che ora dovranno restituire, mentre l'Inps di Chieti ha revocato il beneficio

Tre persone sono state denunciate a Miglianico nell’ambito dei controlli per il contrasto all'indebita percezione del reddito di cittadinanza. Le indagini dei carabinieri della stazione di Miglianico, in collaborazione con il Nucleo Ispettorato carabinieri di Chieti, hanno permesso di accertare che le tre giovani romene denunciate, di cui due gravate da diversi precedenti, legate da vincoli di parentela, vivevano nello stesso stabile, con uno stato di famiglia composto da 11 persone comprendente figli e  mariti con cui sono impegnate nella raccolta di rottami ferrosi. Per ottenere il beneficio avevano compilato la dichiarazione sostitutiva unica con dati falsi circa l'esatta residenza e composizione del nucleo familiare e avevano omesso di dichiarare di essere proprietarie di tre automobili e due furgoni.

La cifra sottratta in più di un anno alle casse dell'Erario risulta di oltre 20 mila euro, che ora dovranno restituire, mentre l'Inps di Chieti ha revocato il beneficio in tempi rapidi. Le indagini dei carabinieri di Miglianico proseguono per accertare se le stesse abbiano beneficiato illegalmente di ulteriori sussidi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dati falsi e omissioni per ottenere il reddito di cittadinanza: tre donne denunciate a Miglianico

ChietiToday è in caricamento