Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Percepivano il reddito di cittadinanza nonostante le condanne: in due denunciati dai carabinieri

I carabinieri della compagnia di Chieti calano la lente di ingrandimento su coloro che percepiscono indebitamente il RdC, omettendo o autocertificando aspetti fondamentali per l’erogazione della rendita

Percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza nonostante due precedenti condanne: per questo motivo due persone della provincia di Chieti sono state  denunciate dai carabinieri.

Nel primo caso a essere incappato nei controlli dei carabinieri della compagnia di Chieti è stato un uomo di Roccamontepiano il quale, seppur con una condanna con interdizione dai pubblici uffici, percepiva indebitamente l’assegno. Acquisita la documentazione della richiesta all’epoca presentata all’Inps di Chieti, è stato svelato l’arcano. Nessuna traccia della condanna nella richiesta e nessuna comunicazione in merito fatta successivamente. I carabinieri della stazione di Casalincontrada lo hanno denunciato a piede libero e adesso dovrà provvedere alla restituzione delle somme ricevute dal 2019 al gennaio 2020. 

Stessa sorte per una donna di San Giovanni Teatino che ha omesso di comunicare una condanna a dieci anni di interdizione ad esercitare uffici direttivi presso imprese: anche in questo caso è scattata la denuncia, da parte dei carabinieri della stazione di Sambuceto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percepivano il reddito di cittadinanza nonostante le condanne: in due denunciati dai carabinieri

ChietiToday è in caricamento