Cronaca

Reati in provincia di Chieti: nel 2011 sono stati 14.120

Il Sole 24 Ore ha pubblicato il consuntivo dei reati compiuti nel 2011. Su 103 province, Chieti occupa la 64esima posizione. Un aumento, rispetto all'anno precedente, del 5,7%. Aumentati i furti nelle abitazioni

Crescono i reati su tutta la Penisola. Il Sole 24 Ore ha pubblicato il consuntivo degli illeciti compiuti nel 2011: nella classifica, su 103 province, quella di Chieti occupa la 64esima posizione. Qui nel 2011 sono stati rilevati 14.120 crimini e ne sono stati denunciati 3.556 ogni 100mila abitanti. Rispetto all’anno precedente, si è avuto un aumento del 5,7%, leggermente superiore alla media nazionale che, sempre secondo quanto riportato dal quotidiano economico, è del 5,4%

Tuttavia Chieti non è tra le 15 province che hanno registrato i maggiori aumenti di reati: tra queste l’unica abruzzese è L’Aquila, con una variazione dal 2010 al 2011 del 10 % (la prima in assoluto in Italia è Forlì, 18,3%). Tra le province che vedono crimini in calo, primeggia Foggia, con un -6,7%.

Tra le tipologie di reato più diffuse vengono segnalati i furti nelle abitazioni. Nella graduatoria delle province a Chieti nel 2011 sono stati denunciati 219,1 furti ogni 100mila abitanti, per un totale annuo di 870 furti, più di Pescara, dove sono stati 801, e un incremento del 15,5%.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reati in provincia di Chieti: nel 2011 sono stati 14.120

ChietiToday è in caricamento