rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Cronaca

Reati: la provincia di Chieti è 62esima in Italia, crimini aumentati del 2%

I dati del Ministero dell'Interno hanno preso in considerazione furti, rapine, scippi e frodi informatiche denunciati tra il 2011 e il 2012. Chieti è la penultima in Abruzzo

Nella graduatoria pubblicata oggi da Il Sole 24 Ore sull'incidenza dei reati in 106 province italiane, quella di Chieti occupa la 62esima posizione, con un aumento dei crimini dal 2011 al 2012 del 2,05%.

La classifica prende in considerazione i reati in rapporto alla popolazione: qui tra il 2011 e il 2012  sono stati denunciati 3.712 crimini ogni 100 mila abitanti per un totale di 14.410 mila (nel 2011 erano stati 14.120). In Abruzzo la provincia più tranquilla sotto questo profilo risulta essere L'Aquila, 83esima con 3.311 reati ogni 100 mila abitanti.

Invece Teramo, benchè si trovi prima di Chieti, al 52esimo posto con 3.911 reati denunciati, ha assistito a una diminuzione degli estessi tra il 2011 e il 2012 del 9,17%. La prima in Abruzzo per numero di reati è la provincia di Pescara: 5.442 per 100 mila abitanti e un totale di 17.171  con aumento percentuale dell'1, 53%. Il capoluogo adriatico occupa il quindicesimo posto sul Sole 24 Ore mentre il podio è occupato, nell'ordine, da Milano, Rimini e Bologna.

I dati, che sono stati forniti dal Ministero dell'Interno, hanno preso in considerazione furti, rapine, scippi e frodi informatiche.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reati: la provincia di Chieti è 62esima in Italia, crimini aumentati del 2%

ChietiToday è in caricamento