Cronaca

Università, eletti i 25 rappresentanti della consulta degli studenti

360 gradi risulta la lista più votata ottendendo 9 seggi; 7 a Lista Aperta e Azione Universitaria e 2 per Welcome. Gli eletti resteranno in carica 2 anni e contribuiranno a scegliere il nuovo rettore della D'Annunzio

È 360 gradi a conquistare il maggior numero di seggi nella consulta degli studenti dell’università D’Annunzio. Nove eletti per la prima lista, 7 per Lista Aperta e Azione Universitaria e 2 per Welcome.

Primo degli eletti è Gianluca Malatesta, di 360 gradi, che ha ottenuto 263 preferenze. Insieme a lui siederanno nella consulta i compagni di lista Donato Marchese, Alessandro Cavaliere, Alessio Biagi, Emlio Longhi, Anastasio Karonis, Anna Maria De Medio, Valeria Di Gregorio, Dario Lorè.

Gli eletti di Lista Aperta sono Renato Ciccarone, Gustavo Adolfo Del Valle Velasquez, Giuliano Caporicci, Alaa Ballut, Federico Paolone, Mariana Lucafò, Claudia Menaguale. Per Azione Universitaria entrano in consulta Francesco D’Incecco, Andrea Rossi, Nicola D’Ambrosio, Valerio Scarponi, Liliana Ruffini, Michele Catalano, Giorgia Rosa. Paolo Biancucci e Samuele Cianciosi sono i rappresentanti eletti di Welcome.

Dei 31.134 studenti aventi diritto al voto, il 12 e il 13 giugno soltanto 3.823 hanno votato nelle sedi di via dei Vestini e viale Pindaro a Pescara. Soltanto il 12 per cento degli aventi diritto, dunque, ha scelto i rappresentanti alla consulta. 

I 25 rappresentanti resteranno in carica 2 anni e insieme ai colleghi eletti tre anni fa negli altri organi, parteciperanno alla scelta del prossimo rettore della D’Annunzio. Il passo successivo all'elezione del presidente della consulta, che sarà scelto nella prima riunione del nuovo organo, sarà un incontro con i candidati al posto di rettore.

"Abbiamo tante domande sul futuro della nostra università, visto il periodo di cambiamento totale dovuto alla riforma", spiega Laura Contestabile, presidentessa di 360 gradi, la lista che ha conquistato il più alto numero di seggi alla consulta. 

E proprio per questo importante risultato la presidentessa esprime grande soddisfazione. Soprattutto, spiega, "per aver affrontato da soli, da lista locale, organizzazioni molto più grandi come Lista Aperta e Azione Universitaria che sono nazionali. Il lavoro paga - commenta Laura Contestabile - e se vuoi veramente una cosa la ottieni: gli studenti ci hanno dato fiducia, ma ce la siamo veramente meritata".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, eletti i 25 rappresentanti della consulta degli studenti

ChietiToday è in caricamento