Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Raffica di rapine in provincia, Ascom scrive al prefetto: "I commercianti non si sentono al sicuro"

Il direttivo provinciale preoccupato dopo gli ultimi drammatici avvenimenti a Lanciano e San Vito Chietino

La rapina in gioielleria in un centro commerciale di Lancinao, la rapina e il ferimento di un gestore  di  carburanti, il commerciante di San Vito a cui è stato tagliato un  dito: gli ultimi episodi nei giorni scorsi preoccupano non poco gli operatori economici, la cui sicurezza sembra essere ogni giorno in pericolo.

Per questo Ascom Abruzzo, dopo una riunione del  direttivo  provinciale, ha scritto una lettera al prefetto di Chieti, Antonio Corona. “Il  direttivo provinciale si è riunito ieri  con urgenza  dietro  sollecitazione  di  tanti  operatori  del  settore  commercio,  turismo,  artigianato,  che  vedono  con  molta  preoccupazione  l’evolversi di  atti  delinquenziali  e  quindi  la  diminuzione  con  limiti  preoccupanti  della  sicurezza  dei  cittadini  e  operatori  economici – si legge - alla  luce  degli  ultimi  avvenimenti, oltre  alla  riunione  del  comitato  provinciale della  sicurezza  e  ordine  pubblico  vi  è  l’esigenza  dell’aumento  del personale di  polizia,  carabinieri, e  guardia  di  finanza   sul  territorio.  Gli  operatori  come sempre  saranno  vigili  a  segnalare  alle  autorità  movimenti  e  azioni  di  male  intenzionati”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di rapine in provincia, Ascom scrive al prefetto: "I commercianti non si sentono al sicuro"

ChietiToday è in caricamento