Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Banche: rapine in calo a Chieti del 42,9%

La provincia di Chieti è la seconda in Abruzzo dopo Pescara a subire il maggior numero di rapine in banca. Secondo i dati dell'Abi però, in tutta la regione i colpi sarebbero scesi del 34,1%

Il numero delle rapine in banca in Abruzzo negli ultimi anni è diminuito del 34,1 per cento. È quanto emerge dal Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza: nel 2011 infatti, sono stati 29 i colpi allo sportello effettuati nella nostra regione, contro i 44 del 2010. 

La provincia di Chieti, seconda per numero di rapine solo a Pescara, ha subito 8 colpi nel 2011 rispetto ai 14 del 2011, registrando un calo del 42,9%. A Pescara è stato del 28,6% (10 rapine nel 2011, 14 nel 2010), a Teramo del 50%, il calo più alto, mentre a L'Aquila dello 0%.

Risultati positivi anche sul fronte dei furti agli Atm: dal 2008 ad oggi sono scesi di oltre il 15%. In particolare, gli attacchi riusciti, 203 pari a circa il 50% del totale, hanno comportato una perdita economica complessiva di 8,8 milioni di euro, mentre il bottino medio per evento è stato superiore ai 43 mila euro (-21,6%). Le cause più frequenti di insuccesso per i malviventi sono state la resistenza dello sportello automatico e l'efficacia del sistema di allarme.

Intanto il Protocollo d'Intesa per la prevenzione della criminalità in banca tra Abi, Banche e Prefettura di Roma  stato rinnovato con il rafforzamento delle misure di sicurezza anticrimine adottate in banca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banche: rapine in calo a Chieti del 42,9%

ChietiToday è in caricamento