rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca San Martino / Via Marino Turchi

In trasferta per rapinare la ditta di spedizioni, quattro arrestati

Una moglie che non riusciva a contattare il marito ha lanciato l'allarme al 113 e la polizia ha scoperto una rapina in corso nella ditta Arco allo Scalo. Quattro campani sono stati fermati dopo aver legato i dipendenti, il quinto complice è riuscito a fuggire

L’intuizione di una donna, moglie di un dipendente tenuto in ostaggio da cinque malviventi, ha consentito di sventare ieri sera (mercoledì 13 novembre) una rapina alla ditta di spedizioni Arco di via Marino Turchi, nella zona industriale dello Scalo.

Quattro le persone fermate, tutte del napoletano e già note alle forze dell’ordine per rapina, armi e associazione a delinquere. Si tratta di S.R. di 48 anni, P.A.V. di 41, A.P.M. di 22, M.P. di 52. Un quinto uomo è tuttora ricercato.

I particolari dell'operazione, denominata "Flashes in the night" sono stati illustrati stamane (giovedì 14 nvoembre) in conferenza stampa dal questore Filippo Barboso e dalla dirigente della Digos Patrizia Traversa.

Intorno alle 22 di ieri la donna ha telefonato ripetutamente al marito, in servizio nello stabilimento vicino alla Mokambo, in una zona piuttosto isolata, senza ottenere risposta. Preoccupata per l’insolito silenzio ha chiamato il 113, spiegando che c’era qualcosa di strano se il marito non le rispondeva al telefono come al solito.

Subito una volante e una pattuglia della Digos si sono dirette verso la sede della Arco spedizioni per controllare che fosse tutto a posto. E il presentimento della moglie ansiosa s’è rivelato giusto.

Cinque persone con il volto coperto da un passamontagna, due armate di pistola, si erano introdotte nella sede dell’azienda e avevano legato mani e piedi cinque dipendenti. Il sesto in servizio al momento del colpo è stato costretto a caricare con un muletto merce di valori, soprattutto televisori ed elettrodomestici pronto per essere spediti, sul camion dei malviventi.  

L’intervento è stato immediato: gli agenti della volante hanno bloccato due dei rapinatori, mentre gli altri sono riusciti a scappare. Immediatamente il personale della Digos ha fermato due dei tre fuggitivi perdendo di vista l’ultimo. Momenti concitati che hanno permesso di evitare un colpo da migliaia di euro grazie alla collaborazione di una cittadina e alla tempestività della polizia.

Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Chieti con l’accusa di tentata rapina aggravata e violenza privata aggravata. Non è chiaro perché avessero scelto proprio la ditta di spedizioni Arco per la loro trasferta criminale: secondo gli investigatori non erano sulle tracce di un particolare oggetto di valore che sapevano custodito nella sede della ditta, volevano soltanto rubare. Sono in corso ulteriori indagini per individuare il quinto componente del commando.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta per rapinare la ditta di spedizioni, quattro arrestati

ChietiToday è in caricamento