menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
le immagini della rapina

le immagini della rapina

Rapina a Sarni oro, arrestato uno degli autori

La rapina commessa l’11 aprile scorso nella gioielleria di un centro commerciale di Vasto

VASTO – I carabinieri del Nucleo Operativo di Vasto, a conclusione di una prima fase delle indagini relative alla rapina commessa l’11 aprile scorso nella gioielleria “Sarni Oro” del centro commerciale “Pianeta”, hanno tratto in arresto B.D.A., 25 anni di San Severo (Fg), ritenuto uno degli autori. L’indagato, associato presso la casa circondariale di Vasto, dovrà rispondere di rapina aggravata in concorso, riciclaggio, detenzione e porto di armi, incendio di autovettura.

I FATTI - Quella sera, alla chiusura, quattro uomini con il volto mascherato, arnesi da scasso e una pistola semiautomatica, facevano irruzione all’interno della gioielleria, terrorizzando gli avventori. In pochi minuti prelevarono una decina di cassetti contenenti monili in oro per un valore complessivo di circa mezzo milione di euro, per poi fuggire a bordo di un’Alfa Giulietta rossa guidata da un quinto complice.

Proprio il conducente della predetta Giulietta, negli attimi prima della fuga, aveva colpito violentemente sul capo un cliente del centro commerciale che stava parlando al telefono solo perché convinto che quest’ultimo stesse chiamando le forze dell’ordine. La Giulietta rossa è stata rinvenuta dai carabinieri tre giorni dopo in località Codalfa a Vasto, occultata in un garage: il mezzo è risultato rubato a Termoli nel mese di febbraio. Gli investigatori, dopo aver perlustrato alcuni garage hanno individuato una rimessa presa in locazione dal B.D.A. A seguito di perquisizione nel locale, i carabinieri hanno rinvenuto oggetti che dimostravano, in modo inequivocabile, che la rimessa in esame era stata utilizzata dai rapinatori quale base logistica e di nascondiglio dell’Alfa Romeo Giulietta.

L’ordinanza di custodia a carico del 25enne è stata eseguita dai militari venerdì in Provincia dell’Aquila. Le indagini dei carabinieri continuano senza interruzione non escludendo imminenti sviluppi nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento