rotate-mobile
Cronaca

Rapina e violenza nei confronti di una prostituta: condannato a sette anni

Il tribunale di Chieti ha condannato un 33enne romeno

Un 33enne di origini romene è stato condannato dal tribunale di Chieti e sette anni di reclusione con l'accusa di concorso in sequestro di persona e violenza sessuale ai danni di una prostituta.

I fatti risalgono a settembre del 2014 a San Silvestro di Pescara, in una zona di aperta campagna. Quella notte la donna fu fatta salire sull’auto condotta da un altro romeno, il quale dopo aver pattuito una prestazione sessuale a pagamento, la condusse in una zona isolata. Ed è lì che si consumò la violenza dopo che alla donna, minacciata e immobilizzata, venne strappato di mano il telefono cellulare, per evitare che potesse chiedere aiuto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina e violenza nei confronti di una prostituta: condannato a sette anni

ChietiToday è in caricamento