Cronaca

La serata con l'amico finisce a botte: denunciati due fratelli, uno dei due aveva in casa 150 grammi di marijuana

Al malcapitato, accusato di aver rubato il denaro di uno dei due, era stato anche preso il portafogli, da cui sono spariti alcuni documenti

La cena tra amici era finita con un battibecco sfociato in aggressione e la sottrazione di alcuni documenti. Per questo, oggi, due fratelli di Canosa Sannita, un 54enne operaio e un 55enne disoccupato, sono stati denunciati alla procura di Chieti dai carabinieri della stazione di Tollo e del nucleo operativo della compagnia di Ortona per rapina e lesioni in concorso.

I fatti che gli vengono contestati risalgono a poche settimane fa, quando, a fine gennaio, i due avevano invitato a trascorrere la serata in casa un lor o concittadino. Alla fine della cena, uno dei due fratelli si era accorto che dal suo portafoglio erano sparite alcune centinaia di euro.

Così, aveva accusato l'amico e ne era nata una discussione sfociata in aggressione fisica ai danni dell'ospite. I due, tra l'altro, gli avevano preso il portafogli, per controllare se ci fosse il denaro sparito, ovviamente senza alcun esito. 

Dopo aver faticato per farsi ridare le sue cose, l'uomo era andato via, per recarsi al pronto soccorso dell'ospedale di Ortona, così da farsi medicare per le percosse ricevute. Dimesso con una prognosi di una decina di giorni, si era inoltre accorto che nel suo portafogli mancavano alcuni documenti. 

Così, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri di Tollo, sporgendo denuncia per quanto accaduto. 

I militari hanno subito avviato le indagini in collaborazione con l’aliquota operativa della compagnia di Ortona. Individuata l’abitazione dove vivono i due fratelli, che il malcapitato non era stato in grado di indicare, hanno dato esecuzione al decreto di perquisizione emesso nel frattempo dalla procura della Repubblica di Chieti, con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga del nucleo cinofili carabinieri di Chieti. Dei documenti del denunciante non è stata trovata traccia, ma in casa il fratello più giovane avva circa 150 grammi di sostanza di marijuana, di cui non ha saputo giustificare il possesso.

Quindi, oltre a dover rispondere di concorso in rapina e lesioni con il fratello, è stato anche denunciato in stato di libertà per la detenzione della notevole quantità di droga.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La serata con l'amico finisce a botte: denunciati due fratelli, uno dei due aveva in casa 150 grammi di marijuana

ChietiToday è in caricamento