Cronaca

Arrestati in Puglia i rapinatori della gioielleria di Francavilla

Lo scorso 3 dicembre, fingendosi clienti, erano entrati nella gioielleria in viale Nettuno e, dopo aver legato la titolare, avevano portato via prezionsi del vaore di 40mila euro

Arrestati in Puglia, a Vieste (Fg) i due responsabili della rapina commessa ai danni della gioielleria ‘L’angelo d’oro’  di Francavilla al mare il 3 dicembre scorso.

Si tratta di H.H., 20 anni e F.R., 21,  entrambi di Vieste e noti alle forze dell’ordine.

Lo scorso 3 dicembre, fingendosi clienti, erano entrati nella gioielleria in viale Nettuno e, dopo aver immobilizzato con del nastro adesivo la titolare, si erano impossessati della chiave della cassaforte dalla quale avevano poi asportato preziosi per un valore di circa 40mila euro. Subito dopo erano fuggiti a bordo di un’autovettura guidata da un terzo complice, riuscendo a far perdere le loro tracce.

I carabinieri sono arrivati ai malviventi attraverso un’accurata attività tecnico-investigativa che si è avvalsa anche di alcune immagini di sistemi di videosorveglianza dislocati nel comune di Francavilla al Mare. Ieri sera i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chieti e i colleghi della Tenenza di Vieste, dopo aver monitorato per l’intera giornata gli spostamenti dei due, li hanno tratti in Puglia: entrambi sono stati associati alla casa circondariale di Foggia. Le indagini continuano al fine di individuare il terzo complice rimasto alla guida dell’auto utilizzata per la fuga.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati in Puglia i rapinatori della gioielleria di Francavilla

ChietiToday è in caricamento