Cronaca Lanciano

Gli rubano l'auto e lo minacciano: quattro persone in manette per estorsione

Gli episodi a Lanciano e dintorni: quattro persone sono finite in carcere per i reati di rapina, estorsione e cessione di sostanze stupefacenti. Le indagini da agosto 2014 dopo la rapina ai danni di un giovane assuntore di sostanze stupefacenti

Quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, dei reati di rapina, estorsione e cessione di sostanze stupefacenti.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Lanciano, dopo sei mesi di indagini che hanno visto impegnati i carabinieri della Compagnia di Lanciano assieme ai colleghi di Ortona e al Nucleo Cinofili. In carcere sono finite quattro persone del luogo: una donna di 42 anni e suo figlio di 21 anni, entrambi di etnia rom, un 25enne ed un 27enne, tutte con precedenti specifici.

L’indagine è scaturita da una rapina subita lo scorso agosto da un giovane di Lanciano, assuntore di sostanze stupefacenti il quale, avendo contratto un debito con i malviventi per delle quantità di droga acquistate e non pagate, era stato aggredito e privato della sua Alfa Romeo Mito a titolo di risarcimento.

Non potendo però rivendere l’autovettura, poiché intestata alla madre della vittima, la 42enne aveva iniziato a minacciarlo di ritorsioni violente nei suoi confronti se non avesse convinto la donna a intestare la macchina a una loro complice. I carabinieri hanno accertato che gli arrestati avevano venduto dosi di stupefacente a numerosi giovani del posto ricorrendo in diversi casi ad aggressioni per costringerli a pagare i loro debiti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli rubano l'auto e lo minacciano: quattro persone in manette per estorsione

ChietiToday è in caricamento