menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In auto strappano la borsa a una donna nei pressi della villa comunale, poi tentano la fuga ma finiscono in un vicolo cieco

Hanno rapinato una sessantenne affiancandola con l'auto e facendola cadere a terra. Uno di loro, un vastese di 18 anni, è stato rintracciato subito dopo dai carabinieri ed è finito in carcere

Strappano con forza dall’auto la borsa a una signora, nei pressi della villa comunale di Chieti. E’ successo domenica sera. Poco dopo i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Chieti hanno arrestato in flagranza di reato uno dei presunti responsabili, un 18enne del vastese incensurato.

Il ragazzo era bordo della propria auto assieme ad altri tre, non ancora identificati, quando ha affiancato la passante, una 60enne originaria del teatino ma residente fuori regione. Improvvisamente uno dei  passeggeri, dal finestrino posteriore dell’auto, ha strappato con forza la borsa portata dalla donna facendole perdere l’equilibrio. La donna è caduta a terra riportando alcune escoriazioni mentre l’auto dei malfattori si dava alla fuga. Ma i quattro, non conoscendo le vie del centro storico, sono finiti in un vicolo cieco. Hanno quindi abbandonato il veicolo e sono fuggiti a piedi. Nel frattempo, allertati dalla malcapitata che immediatamente aveva dato l’allarme al 112, i militari del Radiomobile sono intervenuti sul posto individuando l’auto e rintracciando nei paraggi il conducente, ancora in possesso della borsa appena sottratta. Ai carabinieri il giovane ha riferito di voler restituire la borsa, asserendo che l’azione fosse stata compiuta a sua insaputa dal passeggero, di cui non era in grado di fornire il nominativo. La storia è risultata poco credibile in aggiunta al fatto che nel veicolo sono stati trovati oggetti vari, tra cui nove monitor, verosimilmente di provenienza furtiva.

La serata del ragazzo si è conclusa in carcere, con l’ accusa di rapina e ricettazione, mentre per la sfortunata passante, che almeno ha potuto recuperare il maltolto, sono state necessarie le cure del Pronto Soccorso per le escoriazioni e le lesioni lievi riportate. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento