menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina il bar in pieno centro storico con una pistola giocattolo: arrestato

Subito dopo la mezzanotte scorsa, con la scusa di ordinare una birra, ha intimato al titolare di consegnargli l'incasso, ma poi è fuggito solo con una banconota da 50 euro

Non cessano gli episodi di criminalità a Lanciano. L’ultimo, una rapina in un bar del centro, risale alla notte scorsa.  

Subito dopo la mezzanotte, nel bar è entrato un giovane che, con la scusa di ordinare una birra, ha estratto una pistola, che solo dopo si è scoperto essere un giocattolo, intimando al titolare di consegnargli tutto l’incasso. L’uomo, da dietro al bancone, terrorizzato ha iniziato a prelevare i contanti dalla cassa, ma il rapinatore ha afferrato una banconota da 50 euro, fuggendo a piedi. 

Immediato l’intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lanciano, allertati dal titolare del bar, già impegnati in un più ampio e  specifico servizio per il contrasto dei reati contro il patrimonio disposto dal Comandante Capitano Vincenzo Orlando.

La vittima ha fornito la descrizione dell’uomo appena entrato nel suo bar e, grazie alle rapidissime indagini dei militari, si è riusciti a risalire alla sua identità. Il rapinatore è stato rintracciato a casa sua: si tratta di Nino Scoccimarra, 33 anni, di Lanciano, già noto alle forze dell’ordine.

La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire, nascosta nel secchio dell’immondizia, la pistola utilizzata per la rapina, che è stata subito sequestrata. Si è accertato che si trattava di un’arma giocattolo, privata del tappo rosso. 

Scoccimarra è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata. In attesa della convalida del fermo, è stato portato nel carcere di Villa Stanazzo, a disposizione della procura della Repubblica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento