menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mamma non respiro più": ragazza soffocata da un boccone di carne a Casalincontrada

Alessandra Basciani è morta a 28 anni per soffocamento, come è risultato dall'autopsia. Un piccolo pezzo di osso le ha bloccato le vie respiratorie e non le ha lasciato scampo

Ha fatto in tempo a dire alla mamma che non riusciva più a respirare, poi si è accasciata a terra e non ha più ripreso i sensi. Così è venuta a mancare  Alessandra Basciani, una ragazza di soli 28 anni di Casalincontrada. 

Domenica stava pranzando con una bistecca quando, come risulterà successivamente dall'autopsia eseguita dal medico legale Pietro Falco a Chieti, un piccolo pezzo di osso le ha bloccato le vie respiratorie e non le ha lasciato scampo. Nessuno in quell'abitazione è riuscito a rianimarla, quando il 118 è arrivato la ragazza era già morta.

Come racconta il Centro, in un primo momento si è pensato che a stroncare la vita della giovane Alessandra fosse stato un ictus, poi lunedì l'autopsia disposta dalla Asl ha rivelato tutta un'altra tragica fatalità.

I funerali sono stati celebrati ieri pomeriggio da don Enrico D'Antuono nella chiesa di Santo Stefano gremita per l'ultimo saluto ad Alessandra. Che lascia mamma Rita, papà Antonio e due sorelle.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento