Cronaca

Una giovane pediatra teatina lavorerà in Sudan con Medici con l'Africa Cuamm

Raffaella Marino, 34 anni, dopo il diploma al Vico e la laurea alla d'Annunzio, si è specializzata, vivendo diverse esperienze nel continente anche durante gli studi. Venerdì partirà per la quarta missione

Raffaella Marino

Raffaella Marino è una pediatra originaria di Chieti, ha 34 anni e la determinazione di chi sa cosa vuole fare nella propria vita: il medico in Africa, insieme a Medici con l’Africa Cuamm. Venerdì, la giovane dottoressa, che prima di studiare Medicina all'università d'Annunzio si è diplomata al liceo classico G.B. Vico, partirà per uno dei paesi più difficili in cui opera l'associazione, il Sud Sudan. Precisamente raggiungerà Maridi, uno dei fronti aperti nel Paese, struttura con 70 posti letto, di cui 25 in Pediatria (con una media di 300 bambini ricoverati ogni mese), e un grandissimo bisogno di aiuto e assistenza.

Non è la prima volta che Raffaella Marino va nel continente: 

La prima volta sono stata in Africa da studente di Medicina, grazie all’accordo che il Cuamm ha con il Sism(Segretariato Italiano Studenti di Medicina): un mese a Wolisso, in Etiopia, nel 2011. Nel 2012 ho conosciuto la realtà di Tosamaganga, in Tanzania, dove ho trascorso un mese sempre da studente, e nel 2017 sono tornata a Wolisso, per 6 mesi, come specializzanda. Ora voglio mettermi in gioco da pediatra.

Non sono io che ho scelto l’Africa, è l’Africa che ha scelto me. Una volta tornata dall’Etiopia, l’Africa è diventata per me una sorta di “ossessione”, un pensiero fisso, una spinta irrefrenabile. L’esperienza lavorativa e i legami creati con i locali hanno lasciato in me un ricordo vividissimo, da cui non riesco più a prescindere. Ora mi aspetta una realtà molto diversa: il Sud Sudan. Ma sono consapevole del fatto che sia un’opportunità insostituibile quella che mi si presenta. Mi sento una privilegiata, sto ricevendo un regalo dal valore inestimabile, la parte migliore che il lavoro da medico possa offrire. Non vedo l’ora di potermi di nuovo trovare proprio nel posto in cui voglio essere, un posto dove la condivisione della realtà “povera di superfluo” arricchisce più d’ogni altra cosa.

Chi volesse sostenere il lavoro dei medici del Cuamm e della professionista teatina, può effettuare una donazione, sul conto corrente postale 17101353, oppure online suwww.mediciconlafrica.org: con 40 euro è possibile garantire ad una futura mamma il parto assistito. Se invece si preferisce contribuire con il proprio 5x1000, il codice fiscale del Cuamm è 00677540288.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una giovane pediatra teatina lavorerà in Sudan con Medici con l'Africa Cuamm

ChietiToday è in caricamento