Cronaca

Parco della Majella: sarà possibile raccogliere i tartufi?

L'assessore regionale Mauro Febbo rassicura, rispondendo al consigliere Fagnilli. "L'attenzione per queste problematiche è massima e ci siamo attivati per chiedere ai vertici del Parco di rivedere la decisione"

L’Assessore regionale alle Politiche agricole, Mauro Febbo interviene sulla questione sollevata dal consigliere Palmerino Fagnilli che ha presentato un ordine del giorno in Provincia di Chieti per permettere di nuovo la raccolta di tartufi nel Parco Nazionale della Maiella a sostegno dei redditi dei cittadini colpiti dalla gravissima crisi economica.

Febbo precisa che la Direzione Politiche agricole è attiva da tempo in tal senso e apostrofa le dichiarazioni del consigliere come strumentali.

Se Fagnilli spiegava che in seguito a un provvedimento del Tar  Abruzzo, la raccolta del tartufo non sarebbe stata più autorizzata all’interno del Parco Nazionale della Majella, Febbo risponde di aver già invitato, da novembre 2011, i vertici del Parco a rivedere la decisione attraverso una diffida.

"Il divieto di raccolta dei tartufi aveva infatti destato sconcerto e perplessità nel mondo micologico  - ricorda l'assessore alle Politiche agricole - per il venir meno di un’attività che nelle zone interessate costituisce oltre che un motivo di distensione anche un fattore di integrazione del reddito fondamentale per l’economia di tutta l’area. In stretta collaborazione con i dirigenti di questa struttura stiamo lavorando da tempo su questa vicenda”.

Febbo ci tiene a sottolineare come “l’attenzione per queste problematiche sia sempre massima e proprio in questi giorni è stata presentata la Legge che regolamenta la raccolta, la commercializzazione, la tutela e la valorizzazione dei tartufi in Abruzzo. Il testo finale è il frutto di una lunga serie di incontri con tutti i portatori di interesse che hanno avuto modo di illustrare tutte le loro problematiche e osservazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco della Majella: sarà possibile raccogliere i tartufi?

ChietiToday è in caricamento