Parte il progetto pilota per la raccolta del vetro, ma non arriva in via Fieramosca

Un cittadino lamenta che, dal 1° giugno, data d'inizio della raccolta bisettimanale "Distinguo ergo vivo", i suoi mastelli non sono mai stati vuotati. Ma secondo il Comune gli potrebbero essere stati consegnati erroneamente

via Fieramosca 8foto di repertorio)

Funziona il progetto sperimentale “Distinguo ergo vivo”, che prevede la raccolta differenziata del vetro in un mastello differente da quello, già in uso ai cittadini di Chieti, per plastica e alluminio? Se lo chiede un residente in via Fieramosca, che lamenta il mancato ritiro dei materiali lasciati, come da direttive, fuori dai portoni. 

Il progetto di raccolta separata del vetro, partito da pochi mesi in alcuni quartieri pilota di Chieti, dovrebbe espandersi ben presto a tutta la città. Alla fine del mese di maggio, il cittadino ha ricevuto il mastello color verde scuro dedicato, come gli è stato spiegato dagli operatori di Formula Ambiente e dal volantino firmato dall’assessorato Gestione rifiuti, alla raccolta del vetro, separato dunque da plastica e lattine. Il volantino spiega anche che la raccolta sarebbe iniziata il 1° giugno secondo un calendario bisettimanale. 

"La sera precedente il 23 giugno - racconta il cittadino - data prevista nel calendario, pongo il mastello con il vetro davanti al mio cancello. Inutilmente, perché dopo  un giorno il mastello ha ancora tutto il suo contenuto. Ripeto l'operazione dopo due settimane secondo la data prevista, il 7 luglio, ma il risultato è lo stesso”. 

A quel punto ha chiamato il numero verde di Formula Ambiente, dove l’operatore ha confermato la validità del programma sperimentale “Distinguo ergo vivo” nelle date indicate sul volantino. 

"Armato di fiducia - prosegue il racconto - eseguo la stessa operazione, chiaramente con una quantità aumentata di contenitori, per i ritiri del 21 luglio e del 4 agosto. Non succede niente di nuovo, mentre il numero verde da me richiamato oggi pomeriggio mi conferma che loro hanno in vigore il programma del ritiro differenziato del vetro”. 

Il cittadino solleva non pochi dubbi sulla reale esistenza e validità del programma che, dalla data del suo avvio, non è mai stato seguito. 

L’assessore ai Rifiuti Alessandro Bevilacqua, interpellato, ha spiegato che l’errore potrebbe essere stato causato da un’erronea consegna dei mastelli per il conferimento del vetro. Il progetto, infatti, riguarda per il momento solo alcune strade di alcuni quartieri. Verrà accertato dunque se la zona di residenza del lettore rientri effettivamente nella zona di “Distinguo ergo vivo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • La migliore pizzeria delivery di Chieti è Fermenta: il punto di vista del titolare Luca Cornacchia

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

Torna su
ChietiToday è in caricamento