Evadono dai domiciliari e dal permesso premio per rapinare una banca: quattro in manette

Due persone sono finite in carcere a Rebibbia, mentre altre due sono ai domiciliari, tra cui una donna di Atessa, ritenuta la basista della banda laziale

Rapina in trasferta per due delle quattro persone arrestate questa mattina dai carabinieri della compagnia di Atessa, ritenute responsabili della rapina alla Bcc Sangro Teatina del 24 ottobre scorso e accusate di concorso in rapina a mano armata. Quel colpo, messo a segno minacciando i dipendenti e i clienti della filiale con i taglierini, fruttò più di 40 mila euro. 

In manette, su disposizione del gip di Lanciano Massimo Canosa, sono finiti A.M., romano di 38 anni, e L.M., 75 anni, di Morlupo, ora rinchiusi nel carcere romano di Rebibbia. Il primo, tra l'altro, era già recluso per reati analoghi, ma aveva diritto a permessi premio per giocare a calcio. Durante uno di quei permessi, sebbene non potesse allontanarsi dalla capitale, era venuto in Abruzzo per la rapina. Il più anziano era ai domiciliari, dunque ora deve rispondere anche di evasione.

Da Morlupo arriva anche E.A., 37 anni, ora ai domiciliari così come l'unica donna del gruppo S.C., 32 anni, di Atessa. Secondo quanto ricostruito dai militari, lei avrebbe fatto da basista alla banda.

L'operazione denominata "Permesso" ha impegnato in lunghe e laboriose indagini i militari, che il giorno del colpo non riuscirono a fermare i malviventi per pochissimi secondi. Decisi a catturarli, in questi mesi hanno analizzato con cura tutte le telecamere nel raggio di 10 chilometri dalla banca rapinata, incrociando immagini e dati, intercettazioni telefoniche e molti altri elementi utili.  

Finché, dall'occhio elettronico posizionato sul campanile della chiesa di San Benedetto, hanno visto chiaramente l'arrivo dei rapinatori, scesi da una Fiat Uno rubata ad Atessa e saliti poi sulle loro auto, una Golf e una Fiat Bravo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trova buoni fruttiferi del Regno d'Italia nella casa delle vacanze, pensionato cita in giudizio le Poste

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

  • Dopo il cambio di sesso, Carmen Eleonor si racconta per combattere i pregiudizi

  • Visite fiscali 2019: gli orari e le ultime novità targate Inps

  • Pensionato a spasso col cane trova un chilo e mezzo di eroina nel parco

  • Schianto col cinghiale che attraversa la strada sulla Fondovalle Alento

Torna su
ChietiToday è in caricamento