menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Musica a Punta Aderci, gli ambientalisti: "Rifiuti e assembramenti nell'area protetta" [Foto]

“Tra rifiuti, assembramenti e watt sparati viene meno la conservazione della natura e un turismo fondato sul rispetto dei luoghi” sostiene Augusto De Sanctis

La splendida riserva di punta Aderci a Vasto trasformata in discoteca per movida, in barba alle norme anti Covid e tra rifiuti abbandonati a fine evento nell’area protetta. E’ quanto evidenziano gli ambientalisti all’indomani dei concerti organizzati dal Comune.

“Tra rifiuti, assembramenti e watt sparati viene meno la conservazione della natura e un turismo fondato sul rispetto dei luoghi” sostiene Augusto De Sanctis stazione ornitologica abruzzese onlus che accusa il Comune di Vasto, ente gestore della Riserva, di non aver neanche preso in considerazione la Valutazione di Incidenza Ambientale, obbligatoria in un Sito di Interesse Comunitario.

“Qui però – aggiunge la onlus -  non è solo questione di carte che mancano. Sono in gioco visioni e strategie differenti: una, da quello che vediamo, vuole spremere l'ambiente come un limone fino in fondo; l'altra quella del rispetto del contesto e del turismo di qualità da sviluppare in anni con azioni mirate, magari faticose, e badando alla resilienza. La legge istitutiva della Riserva e tutte le norme poste a tutela delle aree protette (legge 394/1991), della fauna (legge 157/1992) e dei Siti di Interesse mirano alla conservazione e ad uno sviluppo coerente con la necessità di salvaguardare il patrimonio.

Ci chiediamo - conclude la nota - come la fauna protetta possa sopravvivere con questo caos. Come la rarissima flora possa sopportare il calpestio di una fruizione totalmente incontrollata”.

rifiuti p aderci-2 rifiuti punta aderci-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento