rotate-mobile
Cronaca

Pulmino con disabili fuori strada: muore due mesi dopo l'incidente

Si tratta di un 47enne di Ateleta (L'Aquila): era uno dei quattro disabili che lo scorso 28 marzo viaggiava a bordo del pulmino Anffas di Castel di Sangro, uscito di strada sulla statale 83 Marsicana

È morto in ospedale due mesi dopo l'incidente che aveva coinvolto un pulmino, uscito di strada sulla statale 83 Marsicana.

A riportare la drammatica notizia è l'Ansa: uno dei quattro disabili che lo scorso marzo viaggiava a bordo di quel pulmino dell'Anffas di Castel di Sangro finito in una scarpata è morto nell'ospedale San Salvatore dell'Aquila dove era ricoverato, nel reparto di rianimazione,in prognosi riservata.

L'incidente risale al pomeriggio del 28 marzo quando sulla strada statale 83 marsicana, tra Alfedena e Villa Scontrone, il pulmino era uscito di strada per poi ribaltarsi sul prato. Le cinque persone rimaste ferite erano state tutte trasportate in ospedale.  

Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp

La procura della Repubblica di Sulmona, che aveva aperto un'inchiesta sull'incidente, nelle prossime ore procederà ad aggravare l'accusa per la conducente del pulmino, da lesioni a omicidio stradale.

Sarà disposta anche l'autopsia per chiarire se la morte sia dovuta o meno alle conseguenze del sinistro.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulmino con disabili fuori strada: muore due mesi dopo l'incidente

ChietiToday è in caricamento