Il Comune bacchetta i cittadini maleducati, ma non provvede all'invasione di roditori

Pulizia straordinaria dopo gli eventi dello scorso fine settimana e l'assessore Bevilacqua ammonisce: "Chi sporca costa a tutta la collettività". In centro e allo Scalo, però, continuano a scorrazzare i topi

Pulizia straordinaria, dovuta, ieri (lunedì 7 agosto), nel centro storico di Chieti, dopo i grandi eventi del fine settimana, che ha visto la coincidenza di spettacoli all'arena della Civitella, del Theate magic summer e del festival dedicato allo street food. Da venerdì a domenica, sul Colle, si è registrato il pienone, che ha portato però anche qualche intoppo al decoro della città. 

L'inciviltà di alcuni, infatti, ha lasciato macchie sulla pavimentazione del corso e rifiutati gettati dove proprio non dovrebbero stare, offrendo uno spettacolo ben poco consono a un capoluogo di provincia. Eppure, alcune cattive abitudini sono frequenti anche in giorni meno affollati: dai vandali che riempono muri e vetrine di ben poco artistici graffiti, ai padroni di cani che non si rassegnano all'uso della paletta, a maleducati che non usano i cestini per i rifiuti. 

"L’igiene e la pulizia sono sicuramente il biglietto da visita di Chieti – commenta l’assessore all'Ambiente Alessandro Bevilacqua – e uno degli  obiettivi fondamentali che questa amministrazione si è prefissata di portare avanti. Un obiettivo, però, che senza un adeguato senso civico e di appartenenza, è difficile da far rispettare. Prosegue, ad ogni buon conto, il nostro impegno per la pulizia e il decoro urbano, in particolar modo del centro storico".

Il Comune invita tutti i cittadini a mostrare un maggior rispetto del decoro urbano e della cosa pubblica. Bevilacqua, in particolare, ricorda che le pulizie straordinarie pesano "sulle tasche di tutta la collettività, compresi coloro che ne sono diretti responsabili, poiché ogni intervento di pulizia ha dei costi ingenti per le casse comunali".

Nonostante l'attenzione che il Comune assicura sul decoro urbano, organizzando anche corsi e giornate di sensibilizzazione nelle scuole, in città resta accesissimo il problema dei roditori. In assenza di una derattizzazione efficace, i topi continuano a scorrazzare indisturbati. L'ultimo episodio segnalato riguarda via delle Orfane, nel rione Santa Maria. Una vera e propria emergenza era scoppiata il mese scorso a via Spatocco, ma non è da meno lo Scalo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • Mercatini natalizi a Chieti, per respirare la magica atmosfera delle feste

  • Fuggono all'alt della polizia, folle inseguimento in centro sul motorino rubato

  • Natale 2019: tra giochi di luce e un'atmosfera da sogno si è riaccesa la villa di Lido Riccio

  • Scappa alla vista dei carabinieri, poi li prende a calci e pugni: addosso aveva gioielli rubati

Torna su
ChietiToday è in caricamento