menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guardiagrele: 100 posti letto e nuovi servizi nel punto di assistenza

Nel presidio restano gli ambulatori specialistici, il consultorio, il centro trasfusionale, la radiologia, il punto di primo intervento, il centro prelievi, la postazione del 118, l’ospedale di comunità con circa 20 posti letti, la residenza protetta per anziani con 20 posti e una per disabili adulti sempre con 20 posti, mentre altri 40 sono destinati alla riabilitazione psichiatrica

Il punto territoriale di assistenza di Guardiagrele si arricchisce di 100 posti letto. L’ufficialità è arrivata con una delibera della direzione generale della Asl. Il presidio, dunque, sarà orientato ad un’offerta che potenzia le cure primarie e le prestazioni in emergenza a bassa complessità. Più concretamente, c’è un’assistenza sanitaria garantita nelle 24 ore, sette giorni su sette, ma, con la chiusura del pronto soccorso, le ambulanze vengono indirizzate altrove per i casi più complessi

Nel presidio restano gli ambulatori specialistici, il consultorio, il centro trasfusionale, la radiologia, il punto di primo intervento, il centro prelievi, la postazione del 118, l’ospedale di comunità con circa 20 posti letti, la residenza protetta per anziani con 20 posti e una per disabili adulti sempre con 20 posti, mentre altri 40 sono destinati alla riabilitazione psichiatrica. 

Inoltre l’Unità complessa di cure primarie accoglierà un front office, ambulatori per medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, specialisti, dotati di strumentazione diagnostica di primo livello, Centro unico di prenotazione e Punto unico di accesso. Questi avranno a disposizione servizi di primo e secondo livello: elettrocardiogramma, holter, spirometria, ecografia, ecodoppler, diagnostica per immagini, endoscopia, chirurgia ambulatoriale e potranno avvalersi di consulenze specialistiche del geriatra, cardiologo, pneumologo e internista. 

E’ stato anche attivato l’ambulatorio infermieristico della fragilità, una struttura dedicata alla presa in carico di pazienti cronici che necessitano di un monitoraggio costante per evitare riacutizzazioni e ricoveri in ospedale. Nel territorio di Guardiagrele sono 1.731 i soggetti con alto grado di fragilità, che saranno tenuti sotto stretto controllo rispetto ai parametri clinici, alla corretta assunzione dei farmaci e agli esami diagnostici periodici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento