Cronaca

Provincia: "Nessun taglio per l'assistenza ai ciechi dell'UICI"

L'Uici di Chieti si trova in difficoltà nel continuare ad anticipare somme per elargire i servizi assistenziali affidatigli dall'Ente. L'assessore Mancini: "Non abbiamo tagliato i fondi"

La Provincia di Chieti, non avrebbe più fondi per pagare il Servizio di assistenza educativa domiciliare ai ciechi pluriminorati (SAED), attualmente fermo. Tali fondi, nella prima parte del 2011, sarebbero stati anticipati dall’Unione Italiana Ciechi, affidataria degli stessi. L’associazione ora non può più però  continuare a erogare il servizio e nell’attesa che l’Ente accrediti quanto già ampiamente anticipato agli operatori, le famiglie sono rimaste senza assistenza. Domani l’Unione Italiana Ciechi Chieti ha convocato una conferenza stampa per illustrare meglio la situazione.

Tempestiva intanto, la risposta dell’assessore ai servizi sociali Gianfranca Mancini la quale sostiene che  la Provincia non ha assolutamente tagliato i fondi per il servizio e che il problema sarebbe dovuto alla nota condizione di Ente deficitario oberato dai debiti che ha ereditato.

“In particolare – illustra l’assessore Mancini - la Provincia ha liquidato le somme rendicontate dall’Unione Italiana Ciechi per i servizi resi fino a giugno ai sensi della Legge regionale 32/97 per un importo di 30.914,23 euro; e fino al mese di aprile 2011, per quanto concerne la legge 284/97, per un importo di 63.251,70 euro. Gli uffici stanno inoltre liquidando 30.573,71 euro per il servizio reso nel periodo maggio -  luglio il cui rendiconto è stato acquisito al protocollo della Provincia lo scorso 14 settembre. Purtroppo l’emissione dei mandati per tali liquidazioni non può ancora avvenire per le gravi difficoltà di cassa in cui si trova l’Ente”.

Tuttavia, comprendendo i problemi che la situazione sta determinando alle famiglie, il settore finanziario dell'ente sta provvedendo alla predisposizione del mandato per il pagamento di 63.000 euro, rinviando il pagamento dell’ultima parte rimasta a tempi migliori, ovvero quando cui ci sarà una ulteriore disponibilità di cassa. “L’Unione Italiana Ciechi – conclude Mancini- ben conosce queste  problematiche finanziare ma, pur in un contesto di estrema difficoltà e pur costretta ad operare dolorosi tagli, la Provincia ha deciso di garantire interamente gli stanziamenti che nel Bilancio sono destinati al  Sociale”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia: "Nessun taglio per l'assistenza ai ciechi dell'UICI"

ChietiToday è in caricamento