Cronaca

Chieti Provincia: verso la Capitale, intanto prosegue l'occupazione del palazzo

Andrà avanti fino alla trasferta romana, quando i membri del comitato e il sindaco, assieme ai delegati di Frosinone e Avellino, protesteranno a Palazzo Madama contro la decisione del Governo

Continua l'occupazione dei cittadini dell'atrio della Provincia di Chieti. Iniziata ieri pomeriggio alle 16, andrà avanti fino a domani (mercoledì 6 dicembre) quando una parte dei manifestanti si recherà a Roma per protestare contro la decisione del Governo di cancellare la Provincia di Chieti nonostante i requisiti demografici, territoriali, economici e storici per sopravvivere lontano da ogni accorpamento.

Con loro anche il sindaco Umberto Di Primio, che assieme ai suoi colleghi incontrerà i capigruppo al Senato per discutere della rimodulazione del provvedimento.

"Proprio per il diritto a restare capoluogo di provincia e contro questo governo, che dopo aver prosciugato le tasche dei contribuenti ora vuole sottrarre le ricchezze dei territori accumulate da secoli, domani pomeriggio molti di noi saranno davanti Palazzo Madama" spiega uno dei membri del comitato in difesa della provincia, Cristiano Vignali, invitando chi può ad aderire alla trasferta "gli autobus partiranno dalla stazione Terminal di bus di Chieti alle 12  - dice - e sono gratuiti gratuiti. Il rientro è previsto intorno alle 19".

Assieme a Chieti davanti al Senato domani ci saranno anche le delegazioni delle altre due città alleate: Frosinone e Avellino.

 

 
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti Provincia: verso la Capitale, intanto prosegue l'occupazione del palazzo

ChietiToday è in caricamento