Cronaca

4 morti sul lavoro in 8 mesi: la provincia di Chieti detiene il primato delle morti bianche

Secondo i dati dell'Osservatorio sul lavoro di Vega Engineering, il chietino è al 34esimo posto in Italia. Il dato peggiore in Emilia Romagna, l'Abruzzo è 11esimo

La provincia di Chieti è la prima in Abruzzo per numero di incidenti mortali sul lavoro nei primi 8 mesi del 2016, la 34esima in Italia. Con 4 casi, al 31 agosto ha  fatto registrare un’incidenza sul numero dei 141mila 454 occupati del 28,3 per cento. Questi i dati diffusi dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering a partire dai dati ufficiali Inail, che considera ovviamente soltanto gli infortuni mortali accaduti in occasione di lavoro.

Poco più giù nella graduatoria, al 40esimo posto, si trova l’aquilano, che con 3 casi su 111.834 occupati, registra un incidenza del 26,8 per cento. Poco distante, al 49esimo posto, c’è la provincia di Teramo, che registra un incidenza del 25,2 per cento sui 119mila e 5 occupati: nei primi otto mesi del 2016, ci sono stati 3 casi di incidenti mortali sul lavoro. 

Positivi i dati della provincia di Pescara, dove però gli occupati sono nettamente meno, 118mila e 93. Quest’area si trova al 97esimo posto della graduatoria nazionale per incidenti mortali sul lavoro: l’unico caso registrato al 31 agosto scorso, ha inciso per l’8,5 per cento sul totale degli occupati.

L'Abruzzo risulta sull'11esimo gradino nazionale, con un'incidenza del 22,4 per cento sui 490.436 occupati e complessivamente del 2,3 per cento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

4 morti sul lavoro in 8 mesi: la provincia di Chieti detiene il primato delle morti bianche

ChietiToday è in caricamento