rotate-mobile
Cronaca Villa Obletter

Villa Pini: 298 lavoratori a rischio licenziamento, protesta fuori dalla clinica

Piantate fuori dalla clinica privata 298 croci bianche come il numero dei lavoratori che rischia di perdere il posto tra qualche mese. Lunedì prossimo è in programma un incontro con la nuova Regione

298 croci bianche, una per ogni lavoratore di Villa Pini sono state piantate fuori dalla clinica privata in via dei Frentani.

298 come i dipendenti che, dopo la cessione del ramo d'azienda, rischiano il licenziamento al termine della cassa integrazione.

La protesta è stata organizzata dall'Ugl di Chieti contro il piano di ristrutturazione che potrebbe appunto portare alla perdita del lavoro. Secondo quanto riferisce il sindacato, le maestranze avrebbero già ricevuto la lettera di licenziamento. Dei 298 dipendenti, 123 sono in possesso di un contratto a tempo indeterminato.

L'Ugl Chieti chiede l'intervento della politica e che i lavoratori ricevano la cassa integrazione arretrata e venga adottata per loro la procedura di mobilità. Solo nei giorni scorsi è stata saldata la cassa integrazione di ottobre e novembre.

Alla proprietà si chiede anche di valutare la possibilità di spalmare una parte delle maestranze nelle varie cliniche del gruppo.

Lunedì prossimo è in programma un incontro fra sindacati, rappresentanza dei lavoratori e Regione. Il neo consigliere regionale Silvio Paolucci avrebbe manifestato vicinanza ai lavoratori prendendo l'impegno di studiare eventuali provvedimenti per salvare i posti di lavoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Pini: 298 lavoratori a rischio licenziamento, protesta fuori dalla clinica

ChietiToday è in caricamento