menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'atto della Regione non garantisce fondi subito": Di Primio conferma la protesta per il teatro Marrucino

Sabato 29 settembre la manifestazione davanti al teatro, Di Primio: "No elemosine, rispetto per il teatro Marrucino". Annullata invece l'iniziativa in Regione a Pescara

"La delibera adottata dal presidente vicario della Regione Giovanni Lolli è un esame di riparazione andato male: al momento, infatti, l’atto regionale non garantisce l’erogazione delle somme che spettano al teatro ma continua a prometterle. Nulla si dice del contributo straordinario di 200mila euro per il bicentenario promesso da D’Alfonso, Lolli e Paolucci, mentre i 300mila euro che avremmo già dovuto ricevere quale contributo ordinario relativo all’anno 2018 continuano, di fatto, ad essere una promessa”. Lo fa sapere il sindaco Umberto Di Primio confermando lo stato di agitazione del Marrucino e la manifestazione, indetta per domani (sabato 29 settembre) alle 11,30, davanti allo storico teatro. 

“Invito tutti ad essere presenti – dichiara Di Primio -  per far sentire forte la voce di Chieti in difesa del suo teatro”.

E aggiunge: “Solo davanti al reale versamento dei 500mila euro ovvero a concreti atti amministrativi che ne attestino l’erogazione in favore del Teatro potremo dire che sono stati rispettati dalla Regione la città di Chieti e il suo teatro e che le attività del Marrucino del 2018 sono salve”.

E’ stata invece annullata la manifestazione pro Marrucino organizzata a Pescara, sempre per domani mattina, davanti alla sede della Regione Abruzzo, da Fabrizio Di Stefano di Forza Italia. 

“La decisione della Regione Abruzzo di stanziare subito 300.000 euro e prossimamente altri 200.000 è un primo risultato sulla strada della salvezza del teatro Marrucino e sono contento di aver contribuito a tale successo - ha commentato Di Stefano dopo la riunione di giunta regionale - ma occorre ancora vigilare e programmare meglio per il futuro. Intanto la grande mobilitazione della città di Chieti, delle associazioni culturali di tutto l’Abruzzo, le tantissime adesioni alla manifestazione prevista per domani davanti alla sede della Regione a Pescara - dice infine Di Stefano - credo abbiano contribuito ad accelerare la scelta regionale ed è ovvio che a questo punto la stessa manifestazione viene annullata, avendo raggiunto lo scopo, pronti semmai a riconvocarla nei prossimi giorni se non verranno mantenute le promesse”.

Lolli: ci sono i fondi per il teatro

"I fondi ci sono e arriveranno - ha affermato questa mattina in Regione Giovanni Lolli - anche se è giusto ricordare che il Marrucino con le Giunte Chiodi e D'Alfonso erano arrivati 300 mila euro. Con D'Alfonso, poi ulteriori 200 mila euro per festeggiare il Bicentenario, con il presidente D'Alfonso che annunciò che questi fondi avrebbero riguardato due annualità. Giorni fa c'è stata la segnalazione da parte del Cda del Marrucino che mi chiede conferma di questo finanziamento e poi dei tempi perché il Marrucino, in virtù delle iniziative speciali per il Bicentenario, aveva predisposto iniziative con il Teatro Metastasio di Macerata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento