rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca San Giovanni Teatino

Sindaco incatenato al passaggio a livello per chiedere di modificare il progetto della ferrovia: "Vogliamo l'interramento"

La singolare protesta di Di Clemente, che torna a chiedere dialogo con Rfi, appoggiata da un centinaio di cittadini e dal sindaco di Chieti Ferrara

Lo aveva promesso, chiamando a raccolta i suoi concittadini. E stamani, puntuale, a mezzogiorno, il sindaco di San Giovanni Teatino Giorgio Di Clemente ha messo in scena la sua protesta. Munito di una lunga catena, si è legato al passaggio a livello di corso Italia, a Sambuceto, per accendere l'attenzione sul progetto del raddoppio della ferrovia. 

Una questione più che nota, come noto è il punto di vista del primo cittadino e degli omologhi dei comuni vicini: sì al progetto dell'alta velocità, ma non a soluzioni che penalizzino il territorio e i cittadini. 

Di Clemente, con l'iniziativa di oggi, è tornato a chiedere una modifica del progetto. "Chiediamo il colloquio e confronto con Rete ferroviaria italiana - ha detto - per il rispetto del territorio. Ribadiamo il 'sì' al raddoppio, ma anche all'interramento del tragitto e 'no' all'abbattimento delle case. Non vogliamo guerre e battaglie ma solo il confronto. È una città che chiede la modifica del progetto che se così fosse porterebbe alla morte di San Giovanni Teatino. Nei prossimi giorni incontreremo il commissario Macello per dirgli che c'è un progetto del 2018 dove si parlava di interramento di 800 metri dell'opera. Vogliamo dimostrare che c'è la possibilità di fare un progetto senza impattare sulle abitazioni ma anche sull'ambiente e sulla salute dei cittadini di San Giovanni Teatino. Noi andremo avanti per avere giustizia".

Ad appoggiare il primo cittadino c'erano il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, e un centinaio di cittadini con cartelli eloquenti: "La nostra salute va difesa".
   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco incatenato al passaggio a livello per chiedere di modificare il progetto della ferrovia: "Vogliamo l'interramento"

ChietiToday è in caricamento