Inps, la protesta continua con i modelli cartacei e il supporto agli utenti

Dopo il black out informatico e le assemblee permanenti i lavoratori dell'ente disobbediscono alla direzione centrale, che aveva previsto di sbrigare online tutte le richieste: accettano i moduli tradizionali e aiutano pensionati e lavoratori

Tornano i modelli cartacei dell’Inps, ma solo come protesta. Lo stato di agitazione cominciato mercoledì (2 ottobre) con il black out informatico e le assemble permanenti continua con l’autogestione dei punti di informazione.

Una protesta contro il taglio da 94 milioni di euro alle spese di funzionamento dell’ente, ovvero un budget quasi dimezzato rispetto al passato. 

La decisione di cominciare l’autogestione dipende dal fatto che da aprile 2009, quando è iniziata la riorganizzazione dell’Inps affidata alla Kpmg, molti servizi sono stati soppressi e trasferiti ai soggetti intermediari. In più gli utenti e i pensionati sono stati obbligati a presentare richieste online e non più cartacee: per qualunque operazione è necessario il canale telematico. Così chi non ha un collegamento Internet o non ha abilità con il pc deve rivolgersi ai contatti intermediari per svolgere operazioni di routine che vanno dal rilascio del Cud 2013 alla presentazione dei modelli 730. “Regali immensi fatti a soggetti privati con soldi pubblici”, accusano le segreterie di Usb, Cgil, Cisl, Uil e la Cisal rsu.

La protesta nasce “per ribadire un ruolo istituzionale e sociale di una previdenza pubblica e attenta ai bisogni delle fasce più deboli”. Durante il presidio degli sportelli i lavoratori dell’Inps accetteranno anche le richieste cartacee e aiuteranno i pensionati e gli utenti a compilare le domande e le varie richiese “disobbedendo a quanto stabilito dalle circolari emesse dalla direzione centrale dell’Inps”.

“Sta a dimostrare – scrivono i sindacati – che i lavoratori dell’Inps non sono contro l’utenza ma contro le misure di privatizzazione strisciante che stanno riducendo a livelli miseri il ruolo sociale della previdenza pubblica”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento