Cronaca Lanciano

Lanciano, i docenti del liceo Classico si fermano contro i tagli

Sospensione dei viaggi d'istruzione, dei corsi di recupero, dell'ora di ricevimento genitori. Queste alcune delle iniziative descritte in un documento consegnato a dirigente scolastico e studenti

I docenti del Liceo Classico "Vittorio Emanuele II" di Lanciano annunciano le iniziative di protesta contro le politiche di tagli che da annicolpiscono il sistema della pubblica istruzione in Italia.

In un documento indirizzato al dirigente scolastico, ai genitori e agli studenti spiegano quali sono le azioni che metteranno in campo per ridurre la loro disponibilità al di fuori degli orari di lezione. Tra queste, la sospensione dell'ora di ricevimento mattutina dei genitori per dedicare quel tempo alla correzione dei compiti e alla preparazione delle lezioni, la non disponibilità degli interni ad effettuare corsi di recupero pomeridiano, il blocco temporaneo dell'organizzazione delle uscite didattiche e delle visite d'istruzione, ad eccezione di quelle già prenotate e programmate.

Infine, i docenti del "Vittorio Emanuele II" non compileranno più la scheda relativa alla prima valutazione intermedia di novembre e si asterranno dalla correzione delle prove Invalsi.

"La protesta non vuole in alcun modo penalizzare i nostri studenti - sottolineano gli insegnanti - ma ha il solo obiettivo di rendere visibile il forte disagio degli operatori della scuola che da anni lavorano in una situazione di emergenza". Per questo i docenti del Liceo Classico di Lanciano hanno indetto un'assemblea anche coi genitori.

 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano, i docenti del liceo Classico si fermano contro i tagli

ChietiToday è in caricamento