menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indagini serrate sulla rapina in villa, la banda è composta da un italiano e alcuni stranieri

Migliorano le condizioni dei feriti, mentre il primo cittadino si è fatto portavoce della preoccupazione dei cittadini per quanto accaduto domenica mattina

Proseguono a tutto campo le indagini sulla cruenta rapina ai danni dei coniugi Martelli, nella loro villa di Lanciano. L'attenzione degli investigatori si sta concentrando su una banda composta sicuramente da un italiano, probabilmente pugliese, e almeno due o tre uomini stranieri. 

Mentre le condizioni dei feriti iniziano a migliorare, tanto che la signora Niva Bazzan, a cui i banditi hanno tagliato un lobo dell'orecchio, potrebbe essere dimessa in giornata, il sindaco Mario Pupillo ha incontrato, a Chieti, prima il prefetto Antonio Corona, poi il questore Ruggiero Borzacchiello. 

Così racconta i due incontri: 

Ho rappresentato ad entrambi la grande preoccupazione della popolazione frentana per l'inaudita efferatezza con cui sono stati aggrediti i coniugi Martelli ed al contempo ho espresso loro la totale fiducia nelle indagini in corso affinché assicurino nel più breve tempo possibile i responsabili alla giustizia.

Ho avuto ampie rassicurazioni circa il massimo sforzo che le forze dell'ordine tutte stanno profondendo per rintracciare e catturare i responsabili di questo efferato crimine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento