rotate-mobile
Cronaca

Le spiagge d'Abruzzo aprono ai naturisti: arriva la proposta di legge

In Italia ufficialmente sono circa cinquecentomila, ma superano il milione di sostenitori. La proposta firmata da otto consiglieri di entrambi gli schieramenti

Dopo i vari tentativi a Vasto, l'Abruzzo apre ai naturisti. Oggi in consiglio regionale otto consiglieri, di entrambi gli schieramenti, hanno depositato un disegno di legge per l'istituzione di una o più spiagge del genere nella regione.

Il progetto di legge per la 'Valorizzazione del turismo naturista' porta la firma di Riccardo Chiavaroli (Pdl), Maurizio Acerbo (Prc), Nicola Argirò (Pdl), Carlo Costantini (Idv), Cesare D'Alessandro (Idv), Gianfranco Giuliante (Pdl), Marinella Sclocco (Pd) ed Emilio Nasuti (Pdl),  convinti che la "pratica del naturismo, per il positivo indotto economico che ne deriva, meriti attenzione e vada disciplinata con norme chiare".

I naturisti sono coloro che amano vivere in modo sano e naturale, con il rispetto del corpo e il costante contatto con gli elementi della natura, che prevede la logica della nudità anche in spiaggia.

In Italia ufficialmente sono circa cinquecentomila, ma superano il milione di sostenitori. "persone- sottolineano i consiglieri - che si trovano oggi in gran parte a dover scegliere strutture estere per le loro vacanze e che in futuro potrebbero invece scoprire, a partire dalle località dedicate ai naturisti, l'intero Abruzzo". I contenuti della proposta di legge  sono stati elaborati seguendo le indicazioni dell'Anab (Associazione Naturista Abruzzese).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le spiagge d'Abruzzo aprono ai naturisti: arriva la proposta di legge

ChietiToday è in caricamento