menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Project financing ospedale, Marcozzi scrive alla Corte dei conti

La consigliera regionale M5S torna a chiedere di bloccare il progetto di project financing per la costruzione del nuovo ospedale di Chieti: "Quelli che stanno per investire - scrive - sono soldi pubblici"

Una lettera indirizzata all’Anticorruzione, alla Corte dei Conti, al Cipe, nonché alla Regione e alla Asl, per chiedere nuovamente di bloccare la delibera di giunta sul project financing per la costruzione del nuovo ospedale di Chieti.  

A firmarla è la consigliera regionale M5S, Sara Marcozzi: “Le osservazioni presentate nella mia prima lettera – spiega - appaiono oggi avvalorate anche dalle novità introdotte dal Decreto Legislativo 18 Aprile 2016, n.50 Nuovo codice degli Appalti che disciplinano l’allocazione dei rischi e l’equilibrio economico finanziario. In particolare è riconosciuto che il trasferimento del rischio in capo all’operatore economico comporti l’allocazione effettiva e sostanziale in capo a quest’ultimo, oltre che del rischio di costruzione, anche del rischio di disponibilità o del rischio di domanda dei servizi resi, per il periodo di gestione dell’opera”.

Rischi che, secondo i contratti presentati dal gruppo di imprese capitanato da Maltauro, la consigliera M5S fa notare che ricadrebbero sulla Asl. 

Marcozzi continua sulla inopportunità, sancita anche da numerose pronunce della Corte dei Conti, della finanza di progetto per la costruzione di ospedali per chiedere ancora una volta “alla Giunta e a tutti i dirigenti competenti, una scelta di buon senso: non possiamo permettere che gli abruzzesi paghino quasi un miliardo di euro in più per la costruzione del nuovo ospedale di Chieti, solo per consentire al Gruppo Maltauro di lucrarci - ribadisce Sara Marcozzi - Ci auguriamo che questa volta la Giunta desista dal voler proseguire a tutti i costi, vista l'inconfutabile antieconomicità del progetto di finanza: sono soldi pubblici – conclude - quelli che stanno per investire e ci aspettiamo un passo indietro che significherebbe un passo in avanti per i cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento