rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Guardiagrele

Progetto Noemi realizza la Terapia sub intensiva pediatrica

Il reparto, all'ospedale di Pescara, garantirà assistenza salvavita ai pazienti in età pediatrica con malattie neuromuscolari a carattere degenerativo. I lavori, appena iniziati, termineranno in un mese

Al via i lavori dell’unità di Terapia sub intensiva pediatrica, all’interno del reparto di Pediatria dell’ospedale Spirito Santo di Pescara, finanziati dalla onlus Progetto Noemi. Un sogno per i genitori della piccola di Guardiagrele affetta da Sma 1, quello di realizzare il reparto, istituito con decreto commissariale lo scorso agosto, che garantirà assistenza salvavita ai pazienti in età pediatrica con malattie neuromuscolari a carattere degenerativo. I lavori dovrebbero durare un mese.

“Adesso possiamo dire ufficialmente che il reparto ci sarà - dice Andrea Sciarretta, papà di Noemi – un percorso avviato già nel 2013, che ha portato la Regione Abruzzo ad istituire un Tavolo Tecnico di coordinamento nel quale presiedono periodicamente i vertici della Sanità abruzzese insieme ai medici Dell’Associazione”.

“Un ringraziamento - prosegue - va in particolare al nuovo direttore generale della Asl di Pescara Armando Mancini e al direttore sanitario Stefano Boccabella, entrambi particolarmente pragmatici e sensibili alle problematiche relative all'istituzione del reparto e alle stesse patologie che vi si andranno a trattare”. 

Intanto qualche giorno fa, all’ospedale Gaslini di Genova, è iniziata la formazione del personala medico che andrà a operare nel nuovo reparto realizzato dalla onlus Progetto Noemi. “La formazione è essenziale - aggiunge Sciarretta - confidiamo presto  di poter affidare i nostri figli a medici consapevoli del lavoro che andranno ad affrontare”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Noemi realizza la Terapia sub intensiva pediatrica

ChietiToday è in caricamento