menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La onlus Progetto Noemi riceve il premio Mumi per la solidarietà

Il presidente Andrea Sciarretta racconta le ultime battaglie dell'associazione a favore delle famiglie di bambini affetti da gravi disabilità

L'associazione Progetto Noemi ha ricevuto il premio Mumi di Francavilla al Mare, sezione "Solidarietà". grazie all'impegno profuso a vantaggio delle famiglie di minori affetti da disabilità gravissima che consentirà, tra le altre cose, l'apertura imminente del reparto di terapia sub-intensiva pediatrica all'ospedale Spirito Santo di Pescara. Il premio è stato consegnato in una cerimonia a cui ha partecipato anche l'attore Lino Guanciale, che è stato tra l'altro premiato per la sua attività. 

A ritirare il premio attribuito all'associazione c'era il presidente dell'associazione Progetto Noemi Onlus, Andrea Sciarretta, padre della bimba di 5 anni di Guardiagrele affetta da atrofia muscolare spinale. Un riconoscimento importantissimo, considerato che nelle passate edizioni sono state premiate diverse associazioni, anche di rilevanza nazionale, che operano a favore dei più deboli, come Arda, Ail, Amico, Unicef, Fondazione Il Cireneo.

"Siamo orgogliosi - ha commentato Sciarretta - di aver ricevuto un riconoscimento di tale importanza, che premia tanti anni di lavoro e battaglie, a favore dei diritti e della dignitosa assistenza dei bambini e bambine con disabilità gravissime e delle loro famiglie". Nel corso della serata è stata organizzata anche una raccolta fondi per finanziare gli obiettivi dell'associazione, dalla ricerca scientifica all'aiuto delle famiglie con bambini affetti da gravi patologie, dalla sensibilizzazione, alla realizzazione di un polo ospedaliero di riferimento per malatttie rare gravissime pediatiche. Chiunque volesse saperne di più o contribuire alla causa, può visitare la pagina Facebook Progetto Noemi.

Tra le ultime battaglie della onlus, c'è quella per dotare di adeguate risorse economiche il bando regionale a favore del Caregiver, il familiare che assiste il proprio caro affetto da disabilità grave, l'approvazione della legge regionale sul Caregiver, e infine per l’apertura oramai imminente del reparto di Terapia sub intensiva pediatrica, all’interno della Uoc di Pediatria Medica nella Asl di Pescara.

"La struttura ospedaliera è pronta - spiega  Sciarretta - gli arredi e i macchinari sono arrivati, il personale medico e infermieristico è già stato formato al Gaslini di Genova. Siamo solo in attesa degli ultimi atti formali e burocratici da parte della Asl, e il nostro auspicio è che apra entro il dicembre 2017. Sarà il primo reparto del genere nel territorio regionale, e per noi famiglie di persone con disabilità gravi sarà un servizio di primaria importanza in caso di emergenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento