Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Processo Bussi, sindaci in aula con la fascia tricolore: chiesto 1 milione di euro

Intervengono gli avvocati degli enti locali, quelli delle associazioni e della Solvay. Chiesto un milione di euro dal Comune di Chieti per il ripristino ambientale nel contesto del Sin ed il rinvio, in sede civile, per la quantificazione dei danni

E' ripreso questa mattina in Corte d'Assise a Chieti il processo ai 19 imputati accusati di disastro ambientale e avvelenamento di acque per la discarica dei veleni di Bussi. E' la seconda udienza dedicata agli interventi delle 27 parti civili.

Presenti in aula i sindaci del comprensorio con la fascia tricolore. Oltre al presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, al palazzo ex Upim dove si tiene il processo, sono arrivati il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, i sindaci di Tocco da Casauria Luciano Lattanzio, di Torre dei Passeri Piero Di Giulio, di Alanno con Vincenzo De Melis, di Bussi Salvatore La Gatta, di Spoltore Luciano Di Lorito, di Castiglione a Casauria Gianluca Chiola, oltre che naturalmente il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

Per i cittadini di Chieti, quest’ultimo ha fatto sapere che è stato chiesto un risarcimento di un milione di euro. “La discarica di rifiuti tossici di Bussi -ha dichiarato il sindaco- è una lacerante ferita al nostro territorio.Per l’avvelenamento delle acque prodotto, i cittadini della terra d’Abruzzo meritano di ottenere finalmente giustizia. Non chiedo che la Corte pronunci una esemplare sentenza ma una giusta sentenza.  Per punire i responsabili e risarcire i danneggiati di questa vergognosa vicenda basta una corretta e serena valutazione delle prove offerte dalla pubblica accusa ed è sufficiente applicare quanto previsto dal codice penale.

I cittadini coinvolti ed esposti a causa di questi “inquinatori” meritano sia fatta giustizia. Anche i cittadini di Chieti meritano giustizia ed è per questo che abbiamo chiesto che venga versato in favore del Comune, in via provvisionale, un milione di euro per il ripristino ambientale nel contesto del Sin ed il rinvio, in sede civile, per la quantificazione dei danni”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Bussi, sindaci in aula con la fascia tricolore: chiesto 1 milione di euro

ChietiToday è in caricamento