Cronaca

Chieti si ferma per la Processione del Cristo Morto. Le immagini

Migliaia di persone hanno affollato le vie del centro dove il rito da oltre 1000 anni si ripete. La Processione del Venerdì Santo quest'anno è stata dedicata alle vittime del terremoto de L'Aquila, di cui ricorreva il terzo anniversario

Chi è nato a Chieti non può rinunciare a un appuntamento come la Processione del Venerdì Santo, emozionante corteo funebre che da oltre 1000 anni si ripete per le vie della città. Quella di Chieti è infatti la processione più antica d'Italia.

Organizzata dall'Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti, l'evento anche quest'anno ha richiamato migliaia di persone, teatini e non sul colle, che sin dalle prime ore del pomeriggio hanno affollato le vie del centro come poche volte accade.

La Processione è partita dalla Cattedrale all'imbrunire: saracinesche abbassate, un ricordo alle vittime del terremoto de L'Aquila - di cui ieri ricorreva il terzo anniversario - e le immancabili note del Miserere riecheggianti per le strade della città hanno emozionato Chieti, che mai come il Venerdì Santo si riscopre orgogliosa delle proprie tradizioni, antiche e mai perdute.

 

LE FOTO DELLA PROCESSIONE

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti si ferma per la Processione del Cristo Morto. Le immagini

ChietiToday è in caricamento