menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Emanuele La Plebe

Foto Emanuele La Plebe

Primo maggio fantasma, il Comune: "Nessuna responsabilità, gli organizzatori hanno annullato l'evento"

Con una nota ufficiale, l'assessore alle Manifestazioni Viola si discolpa da quanto accaduto, attribuendo la decisione e la mancata comunicazione all'associazione Club 54, a cui era stata affidata la gestione del concerto

A due giorni dall'inizio delle polemiche per l'evento del Primo maggio annullato all'ultimo minuto, il Comune chiarisce sollevandosi da tutte le reponsabilità, con una nota ufficiale:

L’assessore alle Manifestazioni, Antonio Viola, comunica che, in merito al mancato svolgimento della manifestazione dello scorso 1° maggio, a piazzale Marconi, nel corso della quale erano previste le esibizioni di gruppi musicali e la presenza di stand enogastronomici, il Comune non ha alcuna responsabilità diretta. 

La scelta di annullare l’evento, così come la mancata comunicazione, è da attribuire agli organizzatori della manifestazione. 

Si precisa, infatti, che il Comune di Chieti aveva concesso unicamente il patrocinio, l’utilizzo gratuito degli spazi pubblici per gli spettacoli, la riduzione dell’80% per le occupazioni di suolo pubblico temporanee (Tosap), il supporto logistico nella regolamentazione del traffico e della viabilità e una collaborazione nella comunicazione dell’evento. 

Resta l'amarezza dei molti che, per la giornata di festa, si sarebbero aspettati che l'associazione Club 54, a cui era stata affidata l'organizzazione dell'evento, rispettasse quanto comunicato in via ufficiale. 

Che fine ha fatto il Primo maggio teatino?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento