menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il presepe vivente mignon piace: tanta gente a Santa Maria

Il presepe vivente allestito negli spazi della ex caserma Pierantoni è piaciuto a chi ha deciso di trascorrere l'Epifania in centro storico. Pienone anche alla Chiesa di Sant'Agata per il tradizionale concerto del coro Selecchy

Buona e inaspettata l'affluenza a Santa Maria per la XXI edizione del Presepe Vivente, realizzata da Teate Nostra con la collaborazione di una decina di associazioni e gruppi religiosi e il contributo del Comune, quest'anno ridotto a 6 mila euro. Ma la versione mignon allestita negli spazi della ex caserma Pierantoni, con qualche scena anche lungo via degli Agostiniani/largo Santa Maria, è piaciuta a chi ha deciso di trascorrere l'Epifania in centro storico.

Più di 8 mila persone, secondo gli organizzatori, sono arrivate incuriosite dalla versione mignon del presepe, nonostante il freddo e, nella prima parte del pomeriggio, la pioggia. Oltre alle sedici scene con quasi duecento figuranti che rievocavano la Natività, i visitatori hanno potuto assistere alla mostra di presepi artistici in canna di Giuseppe Di Iorio, ascoltare gli zampognari d'Abruzzo e ammirare le ballerine di danza del ventre nella scena di Erode con i Magi.

Nella Capanna, sprovvista di stella cometa, la sacra famiglia è stata rappresentata da una famiglia vera: Sara Marusco (Maria), Fabrizio Martino (Giuseppe) con il piccolo Niccolò, nato il 21 settembre scorso, originari di Chieti e residenti a Santa Teresa di Spoltore (Pe).

Pienone anche nell'antica chiesa di Sant'Agata, tra i vicoli del Trivigliano, dove si è esibito il coro Selecchy, diretto dal maestro Filippo Cioni con Mimmo Speranza al pianoforte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento