Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Rapporto Immigrazione in Provincia: 18.260 residenti sono stranieri

Nell'ultimo anno c'è stato un incremento del 4,6% della popolazione straniera residente, si tratta soprattutto di giovani.Vanno bene le imprese extra-comunitarie

Una fotografia stazionaria ma serena, quella che emerge dal Rapporto sullo stato dell'immigrazione 2009-2010, presentato ieri (20 ottobre) in Provincia di Chieti. Un fenomeno al quale le politiche migratorie si stanno rivolgendo in maniera matura, per far sì che gli immigrati diventino sempre più parte di una società omogenea.

A Chieti si lavora a questo obiettivo soprattutto grazie al Centro Polivalente Immigrati, cofinanziato dalla Regione e gestito dall'Associazione Culturale Abissinia, assieme alle reti associative Caritas Diocesana, Associazione Promotori Benessere Sociale,  Alpha, Voci di Dentro, Comunità Eritrea in Abruzzo, Iapa, Cvm. Il Centro mira all'integrazione socio-culturale degli stranieri, erogando servizi importanti tra Chieti, Lanciano e Vasto, come corsi di lingua e cultura italiana e consulenza legale.

Tutti i soggetti citati hanno contribuito a redigere il Rapporto Immigrazione, che è stato presentato nella sala Consiliare della Provincia di Chieti dal Presidente Enrico Di Giuseppantonio, dall’assessore alle politiche sociali Gianfranca Mancini, assieme al Prefetto di Chieti Fulvio Rocco de Marinis, alla responsabile delle politiche per l’integrazione della Regione Abruzzo Maria Luisa Marrone, a Fortunato De Leo, rappresentante del Centro Polivalente Immigrati, alla sociologa Maria Laura Di Loreto e alla docente universitaria Eide Spedicato Iengo.

“Questa non deve essere solo l’occasione per presentare aride cifre – ha aperto il Presidente Enrico Di Giuseppantonio – ma per celebrare come la nostra Provincia si sia arricchita con lo straniero, che rappresenta una risorsa e non deve assolutamente essere visto con paura o peggio, utilizzato dalla politica come strumento in campagna elettorale”.

“Il Rapporto che presentiamo oggi – ha proseguito l’assessore Gianfranca Mancini – dimostra che l’immigrazione viene vissuta in maniera socialmente positiva. Continueremo su questa linea, mostrando un’attenzione concreta al fenomeno, che deve diventare stabile. Anche alla luce dei tagli al sociale che l’Ente sta subendo, ci impegneremo a far sì che il Centro Polivalente Immigrati possa continuare a svolgere le sue attività e possa continuare a essere finanziato nel tempo”.

I DATI
Negli ultimi anni il numero complessivo dei cittadini di nazionalità estera iscritti alle anagrafi dei 104 comuni del comprensorio provinciale è balzato dalle 14.315 unità registrate nel 2008, alle 16.964 del 2009, alle 18.260 del 2010, con un’incidenza del 4,6 %. I dati teatini sono in linea con il trend in crescita registrato a livello regionale anche se al di sotto di quello nazionale.

Le nazionalità straniere presenti in provincia di Chieti sono 121: il 46,34 % maschi e il 53,66 % femmine. La nazionalità più numerosa è quella rumena, che rappresenta il 34,5%, seguita dall’albanese, con il 23,5%. Maggioritaria è la componente femminile dovuta in particolare al ruolo che le donne svolgono nei lavori di cura.

Gli stranieri in provincia di Chieti sono in prevalenza giovani. Il 56 % circa ha un’età inferiore ai 36 anni. Alcun frequentano l’Università: gli studenti stranieri iscritti durante l’anno accademico 2009/10 sono risultati 152. Scelgono soprattutto la facoltà di Medicina (43%), seguita a grande distanza da Economia e Farmacia (entrambe 13%), Lingue (11%) e Psicologia (9%).

Nel comune di Chieti sono presenti 2.407 stranieri pari al 4,41 % della popolazione residente; 1.127 sono i maschi e 1.194 sono le femmine. Il comune della provincia dove in proporzione c’è il più elevato numero di stranieri è quello di Francavilla al Mare: qui sono presenti 1.666 stranieri pari al 6,80 % della popolazione residente, la maggior parte di loro è albanese.

Segnaliamo infine un fenomeno significativamente in crescita: l’imprenditoria extra-comunitaria. Dal 2000 al 2009 le imprese detenute da extra-comunitari sono passate da 1.353 a 2.387, con una crescita del 76 %.; inoltre dall’avvio della crisi, mentre le imprese totali sono diminuite, quelle extra-comunitarie hanno continuato a crescere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapporto Immigrazione in Provincia: 18.260 residenti sono stranieri

ChietiToday è in caricamento