menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al professor Cianchetti il Premio 28 dicembre, dedicato a chi ha fatto grande la città di Ortona

Il direttore del Centro senologico dell’ospedale Gaetano Bernabeo in pensione da qualche mese è stato scelto per il grande contributo dato alla sanità e alla comunità cittadina

È il professor Ettore Cianchetti il vincitore del Premio 28 dicembre, riconoscimento che da 25 anni Ortona conferisce ai cittadini che si sono distinti nel campo professionale, sociale e culturale, dando lustro alla città nel mondo. Un'edizione particolare, quella di quest'anno, perché il chirurgo non è originario di Ortona, dal momento che è nato a Roseto degli Abruzzi (Teramo), ma con la comunità cittadina ha intessuto un forte legame per la sua professione medica.

Il professor Cianchetti è stato direttore del Centro senologico dell’ospedale Gaetano Bernabeo, reparto all’avanguardia nella cura del carcinoma mammario con il raggiungimento della certificazione europea Eusoma. Dopo una intensa carriera professionale nella sanità pubblica, all’inizio di quest’anno è andato in pensione, rimanendo comunque in contatto con la comunità cittadina e professionale dell’ospedale ortonese dove ha operato dal 1996.

Commenta il sindaco, Leo Castiglione:

Questo riconoscimento è non solo alla persona e al suo legame professionale e umano con la nostra comunità, ma raccoglie l’apprezzamento per un reparto che ha contraddistinto l’operatività negli ultimi decenni del nostro nosocomio come Ospedale rosa, un percorso che va sostenuto e rafforzato nell’ambito delle specializzazioni dell’azienda sanitaria del territorio. Voglio sottolineare come il nostro regolamento per l’assegnazione del Premio 28 Dicembre consenta l’attribuzione del riconoscimento a concittadini che pur non essendo nati a Ortona, hanno maturato un forte vincolo con la città attribuibile ad un periodo di residenza, di legame di parentela o di lavoro.

E il caso del professor Cianchetti ne è un illustre esempio. Per impegni strettamente personali, il matrimonio della figlia, che non assicurano la presenza del professore nella giornata del 28 dicembre, abbiamo deciso di posticipare a metà gennaio la consegna della scultura l’Alfiere di Valter Polleggioni simbolo del premio, organizzando una serata speciale con il coinvolgimento della città e del reparto di senologia ortonese.

La cerimonia commemorativa di sabato 28 dicembre concluderà un anno significativo per la storia della comunità ortonese, con la ricorrenza dei 60 anni dalla concessione della Medaglia d’oro al valore civile alla città di Ortona per il sacrificio umano e sociale patito 75anni fa nel corso dei cruenti combattimenti sulla linea Gustav. ùE il legame con quei tragici avvenimenti è stato suggellato con importanti avvenimenti in ricordo del contributo sofferto dai militari canadesi per la liberazione della città, che si sono succeduti nel corso dell’anno a iniziare dalla denominazione di piazza degli Eroi canadesi, la visita della Governatrice del Canada Julie Payette e del Ministro della difesa Harjit Singh Sajjan, insieme all’ambasciatrice Alexandra Bugailiskis e al ministro canadese degli affari dei veterani Jonathan McAuly.

Le celebrazioni del 28 avranno inizio alle 9, con il corteo istituzionale e l’omaggio ai Sacrari delle vittime civili e militari, per poi proseguire al monumento canadese Il prezzo della Pace e, alle ore 11, la celebrazione religiosa in cattedrale, dove saranno consegnati gli attesti di merito per i ragazzi delle scuole superiori ortonesi che si sono diplomati con il massimo dei voti e i riconoscimenti di cittadino benemerito ai donatori Avis della sezione di Ortona e al suo presidente emerito Paolo Moretti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento