Precipita durante l'arrampicata sul Corno Piccolo e si ferisce: soccorso giovane alpinista

Si stava arrampicando con un amico sulla parete est del massiccio Monolito, a quota 2.700 metri, quando non è più riuscito a tenersi con le mani alla presa ed è precipitato lungo la ripida parete rocciosa per 10 metri

Un giovane alpinista romano di 27 anni è stato salvato ieri dal Soccorso alpino dopo un volo di 10 metri sul Corno Piccolo. Il ragazzo si stava arrampicando con un amico sulla parete est del massiccio Monolito, a quota 2.700 metri, quando, al penultimo tiro che porta in vetta, non è più riuscito a tenersi con le mani alla presa, forse a causa della stanchezza, ed è precipitato lungo la ripida parete rocciosa per 10 metri. 

L’amico, secondo di cordata, ha allertato il Soccorso Alpino e Speleologico d’Abruzzo che è intervenuto a bordo di un elicottero del 118, decollato da Preturo (Aq). 

Si è trattato si un intervento reso particolarmente difficoltoso a causa della nebbia, fino a quando il pilota non è riuscito ad accostarsi alla parete rocciosa e i tecnici si sono calati lungo la roccia per effettuare il recupero con le corde e il verricello. 

Il giovane alpinista, che avrebbe riportato alcune fratture alle gambe, è stato trasportato al pronto soccorso. Illeso l’amico che era con lui sul Gran Sasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Zona rossa in Abruzzo: Marsilio ha firmato l'ordinanza

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento