menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Precari della scuola, a Chieti in 11 vincono il ricorso contro il Miur

Sentenza del giudice del lavoro, il Ministero dovrà corrispondere venti mensilità a undici precari. La vertenza della Cisl Scuola

Sentenza positiva del tribunale di Chieti per undici precari della scuola. Il giudice del lavoro Laura Ciarcia ha condannato il Ministero dell'Istruzione al risarcimento del danno pari alla corresponsione di venti mensilità pari all'ultima retribuzione percepita con la reiterazione dell'ultimo contratto, oltre alla rivalutazione monetaria e interessi legali, ed anche alla corresponsione delle differenze stipendiali maturate in ragione dell'anzianità di servizio.

Ognuno degli undici precari percepirà una somma superiore a 40 mila euro di risarcimento oltre ai cosiddetti scatti stipendiali.

Il ricorso era stato avviato dalla Cisl Scuola, assistita dall'avvocato Francesco Orecchioni. “Nel frattempo – fa sapere il segretario regionale Davide Desiati-  sei degli undici ricorrenti sono stati assunti a tempo indeterminato, per i restanti si proseguirà l'azione fino alla definitiva stabilizzazione. La Cisl Scuola prosegue con serietà e coerenza l'azione di tutela del personale precario della scuola. I docenti ed Ata precari della scuola sono invitati a recarsi nelle sedi della Cisl Scuola per tutelare al meglio i propri interessi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento