Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca San Vito Chietino

Porto turistico a San Vito: il Wwf dice no

L'associazione ribadisce l'opposizione al progetto: ennesimo spreco di denaro pubblico ed aggressione alla "costa del trabocchi"

Torna il dibattito attorno all’ipotesi di realizzare l’ennesimo porto turistico sulla costa teatina, quello nel Comune di San Vito Chietino, e il Wwf frentano dice ancora una volta no.

Ma non sarebbero più solo chiacchiere, dopo l'approvazione del documento progettuale dal costo di 140 mila euro, una cifra che per il Wwf  rischia di restare a carico delle casse comunali e dei cittadini sanvitesi, se non si troverà nessuno che finanzi il progetto.

"Il punto su cui vorremmo far riflettere - afferma Ines Palena - è che questo tipo di opere non sono più un’ "opportunità di crescita e sviluppo” per un territorio: gli ultimi dati dell’Osservatorio Nautico Nazionale (ONN) dicono che c’è stato un ulteriore calo del 26% delle presenze nei maggiori porti turistici italiani, con conseguente crisi anche nel settore dei servizi ad essi collegati. Senza parlare del fatto che abbiamo un numero spropositato di posti barca rispetto alla domanda: circa 40 per km di litorale, contro la media nazionale di 20, con una darsena turistica a pochi km di distanza quale “Marina del Sole” di Fossacesia"..

Nessuna svolta economica dunque per gli attivisti, ma solo un arricchimento delle tasche dei progettisti.

"Questa mega opera - aggiunge Palena -come quella del resort sul Colle Foreste, è il parto di un'economia senza prospettive e fine a se stessa, e di una politica che ne è asservita. Nella logica di questa amministrazione ha più senso spendere 20 milioni di euro per l’ennesima “cattedrale nel deserto” che, ad esempio, i 2-3 milioni che servirebbero per recuperare una struttura come quella dell’ex- Fornace,  splendido esempio di archeologia industriale, perfetta sia come ubicazione, sia come esempio di sostenibilità".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto turistico a San Vito: il Wwf dice no

ChietiToday è in caricamento