Cronaca

Polstrada recupera veicolo rubato dopo un inseguimento

Gli occupanti del veicolo hanno sfondato la barriera di uscita in A14, tre gli arresti. Poco prima il veicolo aveva preso rifornimento senza pagare nell'area di servizio Sangro Ovest

il mezzo rubato

La polizia stradale, al termine di un rocambolesco inseguimento, ha recuperato un veicolo rubato ed eseguito tre arresti.

Gli agenti di Vasto Sud, diretti dall’ispettore capo Antonio Pietroniro, la scorsa notte hanno intercettato nei pressi del casello di Vasto Sud-San Salvo un autocarro Peugeot Partner, segnalato per aver preso rifornimento senza pagare il carburante presso l’area di servizio Sangro Ovest.  Quasi immediatamente gli agenti hanno agganciato il mezzo diretto a sud, ma il conducente ha accelerato iniziando a zigzagare, dando così vita a un lungo inseguimento  terminato nelle campagne di Larino.

Gli occupanti del veicolo hanno sfondato la barriera di uscita al casello di Termoli, cercando di guadagnare una via di fuga imboccando contromano alcuni svincoli nella zona industriale della città molisana. La pattuglia della polstrada ha continuato l’inseguimento anche quando l’auto ha percorso contromano alcuni svincoli della Strada Statale 647 “Bifernina” dirigendosi verso Campobasso. Quando gli agenti hanno raggiunto il mezzo, il conducente ha urtato contro la portiera dell’auto della polizia.

I ladri hanno abbandonato il mezzo nelle campagne e si sono dati alla fuga, ma gli agenti sono riusciti a bloccarli dopo pochi minuti. In manette sono finiti due uomini e una donna, tutti residenti a Manfredonia (Fg), per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale, attentato alla sicurezza dei trasporti, insolvenza fraudolenta. Il conducente del mezzo, risultato rubato in provincia di Lodi, è finito in carcere, gli altri sono stati rimessi in libertà e denunciati a piede libero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polstrada recupera veicolo rubato dopo un inseguimento

ChietiToday è in caricamento