rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

I dati della polizia: nell'ultimo anno 119 persone arrestate e 621 denunciate

Il bilancio dell'attività della polizia negli ultimi 12 mesi è stato svelato nel corso della celebrazione della festa per i 170 anni dalla fondazione

La polizia, nel giorno della celebrazione del 170esimo anno dalla fondazione, traccia il bilancio dell'attività svolta nell'ultimo anno in provincia di Chieti.
Attività rivolta principalmente alla prevenzione dei reati e alla tutela della sicurezza e della salute dei cittadini, ponendo costante attenzione alle verifiche sul rispetto della normativa per il contrasto alla diffusione del contagio.

Nello specifico, le richieste di intervento da parte dei cittadini giunte sulla linea di emergenza “113” sono state 34.990 e numerosi sono stati i servizi di controllo del territorio espletati, con un aumento sensibile rispetto all’anno precedente, che hanno portato all’identificazione di 38.940 persone, a fronte delle 33.362 persone controllate nell’anno precedente, e al controllo di 20.762 veicoli, a fronte dei 18.460 del medesimo periodo; nell’occasione sono state contestate 6.661 infrazioni al codice della strada, gli incidenti stradali rilevati sono stati 377.

Per quanto concerne l’attività di polizia giudiziaria sono state tratte in arresto, in flagranza di reato e a seguito di emissione di ordinanze di custodia cautelare, 119 persone, sono state denunciate in stato di libertà 621 persone, a fronte di 486 persone nel periodo precedente, e sono state sequestrate sostanze stupefacenti di varia tipologia per un quantitativo complessivo pari a circa 39 chilogrammi. In riferimento ai controlli sul rispetto delle normative sulle misure di contenimento della diffusione del virus Covid-19 sono state contestate numerose violazioni alla normativa e denunciate alcune persone per aver violato l’obbligo di quarantena; gli esercizi pubblici e commerciali controllati sono stati 5991, di cui 33 sono stati sanzionati per non aver rispettato la stessa normativa, inoltre due di questi sono stati sottoposti a chiusura provvisoria quale sanzione amministrativa accessoria. 
Riguardo all’attività di polizia amministrativa e di sicurezza, sono stati rilasciati 4.106 permessi di soggiorno e sono stati espulsi dal territorio nazionale 47 stranieri, tra cui uno per ritenuta pericolosità in quanto inneggiante alla “Jihad”. Sono state emesse diverse misure di prevenzione tra le quali numerosi avvisi orali, fogli di via obbligatori, sorveglianze speciali e diversi provvedimenti “Daspo” sia in relazione alle manifestazioni sportive che in relazione ai divieti di accesso agli esercizi pubblici e ai locali di pubblico intrattenimento, nonché diversi ammonimenti per “stalking”. Nel recente periodo di gestione dell’emergenza umanitaria conseguente al conflitto russo-ucraino in questa provincia sono stati sinora accolti 446 cittadini ucraini che hanno lasciato il loro paese dichiarando la presenza sul territorio provinciale e di questi 48 hanno già presentato richiesta di permesso di soggiorno per protezione temporanea. Infine sul fronte della gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica sono stati disposti 1.453 servizi di ordine pubblico per altrettante manifestazioni, cui hanno attivamente partecipato anche le altre forze di polizia, senza che si verificassero significative turbative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dati della polizia: nell'ultimo anno 119 persone arrestate e 621 denunciate

ChietiToday è in caricamento