Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Polemiche per il Presepe vivente annullato a Chieti, gli organizzatori: "Facile criticare senza conoscere"

Sulla pagina facebook di "Teate Nostra" alcuni cittadini hanno attaccato l'associazione che non ha fatto mancare la propria riposta

In molti non se l'aspettavano l'annullamento del tradizionale presepe vivente a Chieti. Nella giornata di ieri invece, attraverso una nota, l'associazione Teate Nostra organizzatrice dell'evento dopo un sopralluogo mattutino del percorso con alcuni rappresentanti dei gruppi interessati ha comuncato che "vista impraticabilità dell'area interessata agli allestimenti a causa della neve con la possibilità di piogge pomeridiane e sentito il sindaco, sì è deciso in comune accordo di annullare l'evento".

Nel corso della giornata non sono mancate le polemiche, in particolare verso gli organizzatori. In tanti, sui social, hanno protestato contro gli organizzatori rei di non aver fatto il possibile per mettere in piedi la manifestazione.

Proprio dalla pagina fb di Teate Nostra è arrivato un duro sfogo di replica da parte dell'associazione

Da 24 anni organizzo con i miei collaboratori il Presepe Vivente e una sola volta due anni fa non si è fatto per la neve. Ma mai abbiamo avuto eventi atmosferici contrari, sempre tempo buono o coperto. In questa edizione 2019 causa la neve nei luoghi delle scene e le previsione che danno pioggia forte domani pomeriggio abbiamo ritenuto opportuno non esporre i bambini e gli anziani. E' successo una rivoluzione!!! Ma io chiedo : costoro che parlano hanno mai partecipato al Presepe? Hanno mai dato un aiuto a coloro che organizzavano? Sono venuti anche da Paesi vicini per prendere parte al Presepe, ma di Chieti c'erano solo le Associazioni vicine a Teate Nostra. Che ci voleva a spalare 2,5 cm di neve ha detto qualcuno: però non è venuto a dire se c'è da lavorare sono con voi! Costoro che parlano sanno quale lavoro è dietro al Presepe ? Scegliere un percorso consono, non imbrattato da oscenità e cattive parole, fare e rifare più volte il percorso di giorno e anche di notte per valutare le luci, ricercare gli animali non facilmente reperibili (specie l'asinello), la legna, la paglia e tante altre cose! Ci hanno mai provato? Perchè non sono venuti ad offrire la loro collaborazione? Ci hanno anche criticato perchè per colpa nostra dovevano togliere la macchine (per 1 giorno!!!) e occupavamo la loro strada......! Ora escono quelli che sanno tutto che si permettono di parlare e ergersi a professori! E' facile vivere sulle spalle altrui e criticare senza conoscere le necessità altrui. Perdonatemi lo sfogo, non ho alcuna intenzione di offendere nessuno, ma non accetto accuse non meritate. Grazie!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche per il Presepe vivente annullato a Chieti, gli organizzatori: "Facile criticare senza conoscere"

ChietiToday è in caricamento