Cronaca

LA POLEMICA Vitale: "Il Presepe è stato un successo, nessuna brochure per risparmiare"

Il consigliere Pdl ribatte a chi ha definito la manifestazione "nulla di fatto" elogiando l'operato dell'amministrazione domenica. "L'unica pecca è stata la chiusura del teatro romano" ammette

Il consigliere comunale Emiliano Vitale, vice capogruppo del Pdl, dice la sua a proposito delle polemiche scoppiate in città per le manifestazioni natalizie organizzate dal Comune a Chieti.

“A taluni esponenti del Pd cittadino – si sfoga - è forse sfuggito l’enorme successo della diciottesima edizione del Presepe Vivente, riuscita nel suo obiettivo, ovvero portare migliaia di persone sul colle per far conoscere il ricchissimo patrimonio della città”.

Alla luce delle manifestazioni più importanti dell’anno ( Trekking Urbano, Chietinstrada Buskers Festival, Settimana Mozartiana, Maggio Teatino, Eventi Scalini) e alle collaborazioni con Musei e Siti archeologici il consigliere sottolinea lo “sforzo enorme” che l’amministrazione comunale ha sostenuto nonostante i tagli economici.

Quanto alle critiche piovute sul nuovo percorso del Presepe Vivente, Vitale ribatte: “Probabilmente chi le ha rilasciate non lo ha visitato. Il percorso infatti era ben segnalato da stelline gialle in legno posizionate lungo tutto il tragitto. Inoltre, già dai primi di dicembre, era a disposizione degli utenti il libretto illustrativo del Natale a Chieti con un inserto sull’evento, scelta compiuta per risparmiare la stampa di materiale promozionale che avrebbe gravato ulteriormente sulle casse comunali. Quest’anno si è scelto un percorso talmente lineare da essere condiviso anche dalle Associazioni dei diversamente abili – aggiunge - I siti archeologici interessati sono rimasti aperti e addirittura, all’interno dei Tempietti Romani, era disponibile una giovane guida che ha dato informazioni sul sito alle migliaia di visitatori”.

L’unica pecca, insomma, sarebbe stata la chiusura del teatro romano, che a quanto si apprende non è stato fruibile a causa di  problemi burocratici con la Soprintendenza ai Beni Archeologici.

Per il resto, il consigliere comunale non ritiene si possa parlare di ‘nulla di fatto’, come asserito da alcuni esponenti del Pd. “I ventimila euro stanziati dal Comune sono sicuramente meno di quanto speso dal Pd con la vecchia amministrazione per quella guida turistica, ‘Memento’, che constava di qualche fotografia e innumerevoli pagine bianche a mò di blocchetto – ricorda – Invece le ultime iniziative culturali sono state promosse attraverso la distribuzione capillare del materiale pubblicitario prodotto che è stato puntualmente consegnato presso il centro commerciale Megalò. Stiamo infatti cercando, con tutti i mezzi a disposizione, di portare il più possibile i frequentatori dell’ipermercato a visitare il colle”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA POLEMICA Vitale: "Il Presepe è stato un successo, nessuna brochure per risparmiare"

ChietiToday è in caricamento